Test SEO vs. Audit SEO: Qual è la Differenza?

Test SEO vs. Audit SEO: Qual è la Differenza?

 

Correggere il record è lontano dalla pedanteria. La nostra comprensione dei concetti chiave SEO influenza la nostra capacità di applicarli correttamente. Oggi esploreremo due dei componenti più basilari – e spesso confusi – dell’ottimizzazione della ricerca, gli audit SEO e i test SEO.

 

 

Test SEO vs. SEO audit

La confusione tra test di ricerca e audit SEO è comprensibile, data la relativa attualità del campo e i numerosi cambiamenti di paradigma. Inoltre, il test SEO è un concetto nuovo; anche il passo evolutivo precedente, il test AB, è relativamente nuovo.

 

I due termini sono spesso usati in modo intercambiabile, specialmente dalle piattaforme SEO che cercano di commercializzare i loro strumenti verso questa nuova tendenza. Tuttavia, nonostante condividano alcuni degli stessi obiettivi, principi e vocabolario, i test SEO e gli audit SEO sono concetti completamente distinti.

 

 

I SEO eseguono audit per valutare le prestazioni storiche dei loro sforzi di marketing digitale in modo olistico. D’altra parte, il test SEO comporta l’applicazione del metodo scientifico per verificare o scoprire l’influenza che le variabili SEO hanno sulle classifiche di ricerca.

 

Entrambi sono metodi di valutazione. Uno si concentra sulla valutazione delle prestazioni passate come mezzo per informare gli sforzi di marketing futuri – l’altro scopre come le singole variabili SEO – che sono spesso valutate negli audit, come i titoli, i tag delle immagini e i link interni possono essere modificati per migliorare le prestazioni.

 

Leggi anche: Come Cambiare Hosting Web Senza Compromettere il Tuo SEO

 

 

Come funziona il test SEO?

Il test è un processo di ottimizzazione delle tecniche SEO e della messaggistica di marketing attraverso un processo simile alla sperimentazione scientifica. I praticanti isolano una singola variabile SEO, come i meta tag, e misurano le variazioni di performance tra un gruppo sperimentale di pagine in cui quella variabile viene alterata e un gruppo di controllo in cui rimane invariata.

 

Quali variabili vengono solitamente testate?

 

  • Titoli: Cambiare i titoli ricchi di parole chiave in veri e propri racconti
  • Meta tag: Ottimizzazione per i click o le frasi chiave
  • Aggiornamenti del contenuto: Aggiunta di contenuti più descrittivi, immagini rilevanti o video
  • Links interni: Migliorare la densità per creare contenuti in stile colonna.
  • Leggibilità: Ottimizzazione verso la scrematura, spezzando le frasi, creando tabelle dei contenuti
  • Ottimizzazione della conversione: Miglioramento dei tassi di conversione personalizzando le chiamate all’azione

 

Eseguiamo un alto volume di test SEO per i nostri clienti. I test del titolo e della meta descrizione sono forse i test SEO più popolari (noti per essere le due variabili SEO più pesate, e sono altamente visibili a chi fa ricerche).

 

Tipicamente, i marketer mirano ad una gamma selezionata di metriche che puntano a migliorare con i test. Noi raccomandiamo di concentrarsi su queste:

 

  • Classifiche di ricerca
  • Traffico web mensile
  • Tasso di rimbalzo
  • Tasso di conversione
  • Tempo sulla pagina
  • Tasso di rimbalzo
  • Profondità di navigazione

 

 

Perché un rigoroso test SEO è un bene per gli affari

Quando Pinterest ha intrapreso il suo progetto di ottimizzazione dell’intero sito, ha descritto i suoi sforzi in questo modo:

“Ci sono centinaia di modi diversi di fare SEO, tra cui sitemaps, link-building, design del sito adatto ai motori di ricerca e così via. La migliore strategia per un SEO di successo può essere diversa per prodotto, per pagina e anche per stagione. Identificare ciò che funziona meglio per ogni caso ci aiuta a muoverci velocemente con risorse limitate. Eseguendo un gran numero di esperimenti, abbiamo scoperto che alcune strategie ben note per il SEO non hanno funzionato per noi, mentre alcune tattiche di cui non eravamo sicuri hanno funzionato alla grande”.

 

Senza test SEO, non puoi effettivamente “sapere” che fare X con la variabile Y produrrà un risultato positivo, neutro o negativo.

 

Ti può interessare anche:Test Velocità Sito – Elenco Risorse Gratis

 

 

È importante ricordare che l’algoritmo di ricerca di Google non è un’entità conosciuta. Infatti, è così complesso che nessuno, nemmeno i suoi ingegneri, sanno come vengono ponderate le oltre 300 variabili. Inoltre, dato che queste variabili sono ponderate in modo molto diverso in base al settore e all’argomento della pagina, è quasi impossibile fare queste due proiezioni vitali:

  • Sapere quali variabili hanno un impatto più significativo sui risultati di ricerca
  • Sapere come manipolare quelle variabili per avere un impatto positivo sulle classifiche di ricerca

È difficile per alcuni capire il vero valore dei test SEO. Per prima cosa, il valore delle informazioni è astratto. In secondo luogo, molti possono essere scettici su un concetto di marketing inquadrato come scientifico e, soprattutto, è difficile giustificare il fatto di dedicare tempo e risorse a qualsiasi attività “non provata”.

 

Nonostante lo scetticismo, i dati che si ricavano da questi esperimenti valgono veramente il loro peso in oro. Non solo forniscono intuizioni sulle tecniche che faranno crescere il tuo traffico, ma mostrano anche quali tecniche e variabili non valgono il tuo tempo.

In un campo in cui le migliori pratiche poggiano su fondamenta traballanti di congetture educate, la conoscenza certa è sacra.

 

È difficile trovare ricerche empiriche sull’argomento a causa dell’attualità di questa tendenza – e dell’ampia varianza nei risultati dei test, ma molti esperimenti pubblici sono stati molto incoraggianti.

Dopo il già citato test di Pinterest per migliorare le descrizioni dei pin, hanno sperimentato un aumento del 30% del traffico. Nel frattempo, gli estesi test di ottimizzazione di Hubspot sui post archiviati del blog hanno raddoppiato la generazione di lead mensili e aumentato le visualizzazioni di ricerca organica del 106% in media.

 

È anche importante sottolineare quanto la ricerca organica sia vitale per il traffico complessivo del sito e per i tuoi profitti. Nel 93% dei casi, gli utenti arrivano ad un sito attraverso i motori di ricerca. Inoltre, il ROI della SEO è incomparabile – 25 per cento più alto del PPC.

 

 

Strumenti di test SEO

Nonostante appaia tecnicamente sofisticato, il test SEO non è il compito più impegnativo, né richiede molti strumenti specializzati. Potresti già avere quello che ti serve. Questi sono i seguenti:

  • Analitici di uso generale
  • Link-builder
  • Web scraper
  • Ricerca di parole chiave

 

Nota che se stai cercando di eseguire test regolarmente, potresti aver bisogno di uno strumento di test dedicato. Tuttavia, uno strumento di analisi dovrebbe essere sufficiente per ora.

 

 

Cos’è un audit SEO?

Un audit SEO è una revisione approfondita della tua presenza sul web.

L’obiettivo è quello di raccogliere una visione di alto livello della tua pagina – architettura, prestazioni – e risolvere gli ostacoli che si frappongono tra il tuo sito e una migliore classifica di ricerca. Il tuo compito è quello di cercare errori e incongruenze SEO, come link rotti, intestazioni mal ottimizzate, link interni e backlink, pagine non indicizzate e molte altre variabili.

Puoi suddividere i problemi che i revisori cercano di risolvere in queste tre grandi categorie:

 

1. Indicizzazione e crawling

Gli spider di ricerca di Google non sono del tutto intelligenti e, come tali, si affidano agli amministratori web per strutturare le pagine in un modo che comprendono.

I problemi sorgono più frequentemente nelle sitemaps XML e negli errori 404. Risolverli migliora la capacità di visibilità degli spider.

 

2. Scarse classifiche per il contenuto critico delle parole chiave

Spesso i crawler di Google ignorano le pagine che contengono troppi reindirizzamenti, link rotti o un volume insufficiente di link interni. Le classifiche possono anche soffrire a causa delle scarse prestazioni della pagina. I rimedi includono il miglioramento delle prestazioni della pagina, la correzione dei tag canonici e l’istituzione di reindirizzamenti sulle pagine raggiungibili da più varianti di URL.

 

3. Prestazioni degli snippet di ricerca e dei contenuti

Infine, arriviamo all’interpretazione da parte di Google della qualità dei tuoi contenuti e della loro rilevanza per i ricercatori. In generale, si dovrebbe mirare a sviluppare il miglior pezzo su qualsiasi argomento se si cerca di ottenere un alto posizionamento a lungo termine. I segni frequenti di un contenuto non ottimizzato includono pagine sottili con un basso numero di parole, titoli non ottimizzati, title tag e meta tag troppo lunghi o brevi.

 

 

Perché gli audit SEO approfonditi sono un bene per il business

Dire che il SEO è una professione orientata al dettaglio è un eufemismo.

Oltre alla consapevolezza generale che bisogna costruire continuamente traffico, molti compiti SEO sono ripetitivi e richiedono molto tempo. Questo include l’inserimento di backlink, l’ideazione di titoli adatti alle parole chiave e ai clic, la ricerca di link non funzionanti e la compilazione di più campi del mais nel Midwest.

È molto da gestire.

Forse non sorprende che molte aziende lottino per applicare le migliori pratiche SEO in modo uniforme. Nel mondo SEO, le t non sono spesso incrociate e le i non sono messe in ordine.

 

Un’analisi della piattaforma SEO Serpstat ha scoperto che il 70% dei siti con il dominio “.com” aveva molti dei problemi SEO più comuni. Di questi, il 38,93% conteneva errori di meta tag, il 20,24% aveva errori di markup e il 10,67% conteneva errori di link.

 

Gli audit SEO sono anche una pratica molto più conosciuta e diffusa. Soprattutto, gli audit SEO riguardano la comprensione di come la spesa di marketing si traduce in risultati di marketing.

Misurando efficacemente i risultati, regolandosi e mostrando la prova delle buone pratiche e del lavoro efficace, non solo giustifichi gli sforzi di marketing della tua azienda, ma fornisci un argomento forte per ulteriori investimenti.

 

Come i test SEO, gli audit SEO variano così tanto che è difficile dare un numero al loro impatto diretto. Allo stesso tempo, non si tratta solo di valutare le variabili; si tratta di identificare gli errori compresi per danneggiare le classifiche e l’esperienza dell’utente.

Per esempio, quando l’azienda SEO Blizzard Reports ha sistemato 1.000 link non funzionanti, la classifica del loro sito è cresciuta in media di sei posizioni per 286 delle loro parole chiave.

 

Strumenti di controllo SEO

L’audit SEO è un progetto molto più ampio del test SEO e, come tale, richiede una serie più ampia di strumenti.

  • Uno strumento di web crawling per raccogliere e analizzare efficacemente i dati grezzi (dovrebbe anche avere funzioni di visualizzazione flessibili).
  • Una piattaforma SEO generica per aiutare ad automatizzare i controlli e verificare i risultati (oltre a monitorare i progressi delle parole chiave).
  • Uno strumento di ottimizzazione dei contenuti focalizzato sull’ottimizzazione on-page (enormemente utile ma opzionale).
  • Un account Google Analytics abbinato a Google Search Console dovrebbe essere sufficiente per l’analisi e i test.

Per il SEO moderno, l’uno o l’altro non è un’opzione
Sia i test SEO che gli audit sono progettati per portare chiarezza ad una pratica molto incerta. Anche se l’obiettivo può essere più umile del record scientifico, è lo stesso: una conoscenza affidabile che possiamo usare per andare avanti.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: 10 Modi per Migliorare le Tue Pagine Prodotto

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie