Strategia di Facebook Ads: Semplificare le Campagne

Strategia di Facebook Ads: Semplificare le Campagne

 

Se sei nuovo delle inserzioni di Facebook o lo fai da un po’ di tempo ma sei ancora alla ricerca del modo migliore per strutturare le campagne, questo post è per te.

 

Cercare di creare una campagna efficace può essere una pressione a volte.

Ma in questo post, ti aiuteremo a semplificare le tue campagne in modo che l’esecuzione degli annunci non sembri troppo scoraggiante da pensare.

Ti aiuteremo a strutturare:

  • Campagne di conversione
  • Campagne di retargeting
  • Campagne di visualizzazioni video
  • Campagne di traffico web
  • Campagne a scalare

Includeremo anche le migliori pratiche, consigli sulla scelta della giusta strategia di offerta e una guida alla creazione di una copia convincente per gli annunci.

Se sei pronto a snellire la creazione dei tuoi annunci utilizzando campagne semplificate, allora cominciamo.

 

Ti può interessare: Uno Strumento Interessante per Monetizzare il tuo Gruppo su Facebook

 

 

Campagne di conversione

 

Non esiste una formula in bianco e nero per creare annunci su Facebook ad alta conversione. Per ottenere i migliori risultati, devi fare dei test rigorosi per determinare a chi è meglio rivolgersi e quali annunci funzionano meglio.

Una volta che hai capito questo, puoi usare le intuizioni per scalare le campagne. Ma ne parleremo più tardi. Per ora, concentriamoci sulle campagne di conversione.

 

A proposito, cosa sono le campagne di conversione?

 

Le campagne di conversione sono utilizzate per guidare il traffico verso i lead magnet come le liste di controllo, i foglietti illustrativi, i modelli di email per i carrelli abbandonati, i modelli di email per l’iscrizione e i webinar.

Qualsiasi opt-in gratuito che puoi utilizzare per incoraggiare gli utenti ad interagire con il tuo annuncio è una campagna di conversione. Queste possono essere prove gratuite per strumenti come un editor PDF.

Quando creiamo una campagna di conversione non useremo ancora il CBO o l’ottimizzazione del budget di conversione perché un CBO non spenderà allo stesso modo per ogni annuncio. Vogliamo una spesa uguale per ogni set di annunci per avere una visione accurata di quale pubblico funziona meglio.

 

All’interno di una campagna di conversione, metterai un set di annunci, e all’interno di un set di annunci, un annuncio.

Per rendere le cose più chiare su 3 questi livelli, ecco una rapida spiegazione:

  • La campagna è l’obiettivo che hai per l’annuncio
  • Il set di annunci è il pubblico a cui ti rivolgerai per l’annuncio
  • L’annuncio è la creatività stessa
  • Quindi in una campagna di conversione, il punto ottimale è mettere 4-8 set di annunci.

 

L’obiettivo è quello di separare diversi tipi di pubblico in modo da poter testare quale gruppo offre le migliori conversioni.

I set di annunci possono essere un pubblico simile basato su clienti precedenti o lead, uno o due gruppi basati sugli interessi e un ampio gruppo di interessi.

 

 

Come detto prima, vogliamo una spesa uguale per tutti i set di annunci in una campagna di conversione. Quindi diciamo che hai 4 set di annunci e un budget di 100$ al giorno, dividilo equamente in modo che ogni set di annunci riceva 25$.

Ora per ogni set di annunci vuoi creare 3-4 annunci al massimo.

Se inserisci più di 4 annunci, alcuni di essi non verranno spesi perché Facebook sceglierà solo 3-4 annunci per allocare il budget. Questo lascia il resto delle inserzioni in uno specifico set di annunci non testato.

Non vuoi che questo accada perché in questa fase stai ancora testando e vuoi che ogni annuncio venga testato per vedere cosa converte meglio. In questo modo, non conoscerai il rendimento accurato di ogni annuncio se ne metti troppo in un solo set di annunci.

Se ci pensi, facendo così perderai l’opportunità di fare più vendite poiché non sarai in grado di conoscere il potenziale di alcuni annunci.

 

Ma cosa succede se hai più di 4 annunci da testare?

Questo non è un problema. Puoi semplicemente duplicare il set di annunci e metterci dentro altri 3-4 annunci da testare.

 

Ora, questa è la tua prima campagna di conversione. Ti stai rivolgendo ad un pubblico freddo o a gruppi che non hanno ancora visto o interagito con il tuo marchio.

Vuoi anche creare una seconda campagna di conversione. Questa volta ci metti un pubblico caldo.

A differenza della campagna di conversione del pubblico freddo, con la campagna di conversione del pubblico caldo, crei solo un set di annunci.

In questo set di annunci, metti i visitatori del sito web, gli utenti che si sono impegnati sui tuoi canali sociali, quelli che si sono iscritti alla tua lista di e-mail e quelli che hanno guardato i tuoi video di recente.

 

Perché vorresti dividere il pubblico freddo e quello caldo?

Vorresti dividerlo in modo che sia più facile tracciarlo nella dashboard. Puoi dare un’occhiata e saprai quale gruppo di insight stai guardando.

Inoltre, c’è una leggera differenza negli annunci o nella creatività che utilizzerai per il pubblico caldo poiché hanno già una prima interazione con il marchio.

Quindi, per ricapitolare, farai 2 campagne di conversione.

 

Per la campagna di conversione del pubblico freddo, farai 4 set di annunci con 3-4 annunci o creativi ciascuno.

Per la campagna di conversione del pubblico caldo, farai solo 1 set di annunci che comprende tutti coloro che hanno un’interazione iniziale con il tuo marchio. In esso, metterai ancora 3-4 annunci.

 

 

Campagna di retargeting

Le campagne di retargeting sono fondamentalmente utilizzate per coloro che sono già impegnati con il marchio ma non sono ancora abbastanza caldi da convertire.

Questo pubblico è quello che sta considerando il marchio ma sta ancora cercando altre opzioni quindi devi convincerli che sei la scelta migliore da fare.

 

Il pubblico per una campagna di retargeting tende ad essere molto piccolo e specifico. Per questo, useremo l’obiettivo reach poiché il pubblico è vicino al fondo dell’imbuto.

Useremo un set di annunci per ogni gruppo di retargeting.

 

Diciamo che hai creato una campagna per imparare a creare preset di Lightroom per la fotografia di ritratto. Puoi creare una campagna di retargeting per coloro che hanno guardato il tuo webinar.

Puoi indirizzarli con un annuncio di testimonianza, un annuncio di chiusura di un’offerta in scadenza o di chiusura del carrello.

In ogni set di annunci, puoi mettere fino a 10 annunci.

 

Perché?

 

Perché una campagna di retargeting che utilizza l’obiettivo reach non ha un problema di allocazione della spesa come quello che si verifica in una campagna di conversione.

Facebook può allocare equamente tra tutti gli annunci in una campagna di retargeting con obiettivo di portata.

Quindi, ricapitolando, crei un set di annunci per una campagna di retargeting. Poi usi 1 set di annunci per ogni gruppo di retargeting. Quindi puoi mettere fino a 10 annunci per set di annunci.

 

 

Campagna di visualizzazioni video

Se hai intenzione di eseguire un annuncio top-of-the-funnel con visualizzazioni video come obiettivo principale, l’obiettivo sarà che gli spettatori consumino l’intero video in modo che inizino a scaldarsi e ad andare più in profondità nel funnel.

Per esempio, per un servizio eCommerce come un dialer predittivo, potresti creare un video che spieghi come si usa lo strumento e quali benefici può portare.

Lavora con degli illustratori per rendere il contenuto più accattivante.

 

La struttura di una campagna di visualizzazioni video è praticamente simile ad una campagna di conversione del pubblico freddo.

Crea 4-8 set di annunci e in ognuno metti 3-4 annunci per assicurare la migliore consegna su tutti gli annunci.

In altri casi, vuoi che il pubblico consumi altri tipi di contenuti sul sito web come un post del blog o un rapporto.

Userai comunque la stessa struttura per una campagna di conversione del pubblico freddo.

 

Ora che abbiamo coperto le campagne utilizzate per i test e dopo un po’ di tempo scoprirai il miglior pubblico, le migliori creatività e il miglior copy. È il momento di una campagna di scaling.

 

 

Campagna a scalare

Dopo aver eseguito i test e aver scoperto il miglior pubblico e le migliori creazioni, ora puoi iniziare con una campagna a scalare.

Ora con la campagna a scalare, puoi utilizzare l’ottimizzazione del budget della campagna. A questo punto, puoi permettere a Facebook di decidere dove e quanto allocare il tuo budget.

Facebook cercherà le migliori opportunità per te e si concentrerà a spendere il budget lì.

Crea 4 set di annunci che significano 4 dei migliori pubblici che hai testato. Ma comunque, per ogni set di annunci, limitati a 3-4 annunci in modo da massimizzare le conversioni che ogni annuncio ottiene al giorno.

 

4 set di annunci con 4 annunci ciascuno permetteranno all’algoritmo di Facebook di ottimizzare correttamente in modo da poter sfruttare al meglio il tuo budget per gli annunci.

Il tuo budget CBO dovrebbe essere uguale al budget giornaliero totale che hai impostato per l’intera campagna.

Ogni giorno o due puoi aumentare la spesa del 20% finché non vedi che il tasso di conversione rallenta. Quando raggiungi questo punto puoi fermarti con qualsiasi importo di budget.

Dopo un po’ di tempo, le conversioni diminuiranno. È meglio che mentre stai eseguendo campagne a scalare, continui a testare nuovi annunci che userai per sostituire i vecchi annunci che usi nella campagna a scalare.

 

Questo ti aiuterà ad ottenere conversioni costanti e a prevenire l’affaticamento degli annunci.

Quindi per riassumere l’intero processo della campagna:

 

Inizi a testare il pubblico, le creazioni e la copia usando campagne di conversione, campagne di retargeting o campagne di visualizzazioni video.

Determina il pubblico e le creatività vincenti e usali per la campagna di conversione con CBO attivato.

 

 

Migliori pratiche per le campagne pubblicitarie su Facebook semplificate

Per le migliori pratiche, copriremo 3 aree:

  • Dimensione del pubblico
  • Posizionamento
  • Eventi
  • Grande dimensione del pubblico

Nella fase di test, aumenta le dimensioni del tuo pubblico target in modo che facebook possa raccogliere abbastanza dati velocemente.

 

Per questo puoi:

  • Usare grandi gruppi per un pubblico simile
  • Raggruppare interessi e comportamenti con molte sovrapposizioni
  • Aumentare le finestre di retargeting

Per i grandi gruppi, è probabile che si verifichi una sovrapposizione del pubblico. Per minimizzare questo, puoi utilizzare delle esclusioni come l’esclusione degli acquirenti passati.

 

Utilizza i posizionamenti automatici

  • Aumenta il rapporto tra il budget dell’annuncio e l’offerta
  • Usa l’ottimizzazione del budget della campagna quando si scala
  • Le creazioni di test a livello di annuncio sono molto più efficienti. Non c’è bisogno di creare più set di annunci per ogni creatività
  • Usa la personalizzazione delle risorse di posizionamento per coordinare la messaggistica su tutte le piattaforme
  • Fai un’offerta basata sul valore di vita del pubblico

 

Ottimizza l’annuncio per l’evento giusto

Prima di spegnere le tue campagne se non sei soddisfatto delle prestazioni, ottimizzale per un evento più profondo nel funnel. Questa attesa extra varrà il costo iniziale.

Per esempio, se hai ottimizzato per i clic, ottimizza per un evento che è unico quando si avvia un checkout come un add to cart.

Tenere queste 3 cose in mente sarà una grande tecnica di growth hacking nel campo degli annunci di Facebook.

 

Leggi anche: Come Usare gli Insights di Facebook per Analizzare le Tue Attività

 

 

Scegliere la giusta strategia di offerta

Per semplificare le offerte, ecco 3 strategie con cui puoi lavorare.

Costo più basso: Questo è dove lasci che Facebook imposti l’offerta per l’evento di conversione per il quale stai ottimizzando
Target Cost: Se vuoi un costo specifico per risultato, puoi impostare un costo medio per ogni evento di conversione
Costo più basso con un Bid Cap: se stai puntando ad un pubblico ampio con minori possibilità di conversione imposta un bid cap per gestire i costi

 

Guida alla creazione di una copia convincente dell’annuncio

Ottimizza e migliora i tuoi annunci se non sei soddisfatto delle prestazioni attuali del tuo annuncio.

Una copia dell’annuncio convincente ridurrà il costo per lead, migliorerà i tassi di click-through e, naturalmente, le prestazioni complessive.

Ecco quindi 5 elementi per una copia dell’annuncio convincente.

 

 

1. Iniziare catturando l’attenzione

Il modo migliore per catturare l’attenzione è porre una domanda potente alla quale il pubblico generalmente risponderà di sì.

Puoi usare una domanda che stimoli le emozioni e che li spinga a dare una risposta interna di “sì, sono io!”.

Facendo questo, il tuo pubblico avrà anche la sensazione che tu stia parlando direttamente con loro.

 

Come puoi fare questo?

 

Ecco alcuni esempi da cui puoi prendere spunto:

Se il tuo pubblico è composto da persone dell’industria manifatturiera o proprietari di negozi eCommerce che fanno l’inventario da soli, puoi presentare loro il tuo strumento di inventario automatizzato chiedendo: “Sapevi che puoi smettere di contare il tuo inventario?”.

Oppure se ti rivolgi ai proprietari di siti web per promuovere la tua piattaforma di ricerca utenti, puoi chiedere: “Investire nell’esperienza utente è uno spreco di soldi?”

L’obiettivo principale è quello di porre una domanda che scateni una risposta emotiva e risuoni con il tuo pubblico.

 

Una cosa da tenere a mente è quella di scrivere come se facessi parte del pubblico di riferimento. Usa le parole e le frasi che usano quando gli parli del problema che stai per risolvere per loro. Questo entrerà meglio in risonanza con loro.

Se non hai idea di come parlano. Puoi provare a partecipare ad una chiamata con loro o chiedere loro di scrivere un sondaggio. Questo ti darà una buona idea di come puoi parlare come loro.

Per catturare l’attenzione, puoi anche iniziare con un’affermazione polarizzante o controversa.

 

Per esempio, se hai intenzione di commercializzare coperte colorate sarape, una dichiarazione polarizzante sarà: “le coperte dovrebbero essere sempre in bianco e nero”.

Con un’affermazione come questa, le persone saranno d’accordo o in disaccordo.

Se sono d’accordo, li spingerai emotivamente a continuare a guardare il tuo annuncio.

 

Se non sono d’accordo, vorranno comunque guardare per dimostrare che il loro punto di vista opposto è corretto e che tu hai torto.

Ora che hai catturato il loro interesse, è il momento di costruire il loro desiderio.

 

 

2. Mantieni il loro interesse

Costruisci l’interesse del tuo spettatore dicendogli cosa può ottenere se finisce l’annuncio. Può essere una promessa di nuove informazioni che impareranno.

Se usi la domanda “sapevi che puoi smettere di contare il tuo inventario”, puoi seguirla aggiungendo: “se hai un sistema di codici a barre per aggiornare il tuo sistema di inventario”.

 

 

3. Costruisci autorità e fiducia

Prima di approfondire il loro desiderio, devi prima costruire autorità e fiducia così, ai loro occhi, sei un marchio credibile che possono ascoltare e in cui possono credere.

Molto probabilmente questa sarà la prima volta che vedranno o sentiranno parlare del tuo marchio. A questo punto, sei un estraneo che è apparso nelle loro storie di Facebook o nelle notizie gratuite.

Ricorda sempre la domanda nella mente delle persone – perché dovrei ascoltarti?

Dai loro una buona ragione e continueranno a darti attenzione.

 

 

4. Desiderio

Ora che possono fidarsi di te, puoi entrare nel dettaglio della tua offerta, ad esempio una migrazione da uno strumento ad un altro come una migrazione HubSpot. In poche frasi, parla loro di ciò che la tua offerta può fare per loro.

Dipingi un’immagine di come sarà la loro attività o come cambierà la loro vita se guardano il tuo video, partecipano al tuo webinar come quello che offre Meetfox, leggono il tuo blog o comprano il tuo prodotto.

Dì sempre cosa li avvantaggia. Usa “tu” e non “noi” o “ci”. Fai in modo che tutto riguardi loro e li guiderai verso l’azione che vuoi che compiano.

 

 

5. Chiamata all’azione

Rendi facile per loro sapere cosa fare dopo. Puoi farli interessare ma non portarli dove vuoi che siano se non hai una chiamata all’azione.

Non deve essere fantasiosa, basta dire loro esattamente cosa vuoi che facciano come: “clicca qui per leggere il blog” o “clicca qui per controllare le tue opzioni”.

Evita che indovinino la prossima azione, digli direttamente cosa devono fare.

 

 

 

Conclusione

Come riassunto generale:

  • Le campagne dovrebbero avere 4-8 set di annunci con 3-4 annunci ciascuno
  • Un’eccezione sarà la campagna di conversione del pubblico caldo dove crei solo 1 set di annunci ma fino a 10 annunci in esso
  • Per le migliori pratiche: usa un grande pubblico per i test, automatizza i posizionamenti e ottimizza per l’evento giusto
  • Crea una copia convincente che includa i 5 elementi importanti

 

Speriamo che questo ti sia stato utile. Ora puoi ottimizzare la creazione degli annunci usando questa struttura semplificata.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: 9 Metodi per Migliorare i Risultati degli Annunci su Facebook

 

[wpmoneyclick id=”7252″ /]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie