I Social Più Usati nel Mondo

I Social Più Usati nel Mondo

 

Ogni anno, i capricci di un pubblico volubile, l’introduzione di nuovi giocatori e lo spostamento delle tendenze globali innescano un rimescolamento nella classifica più importante dei social media.

 

 

A parte il fatto che questi spostamenti sono “generalmente molto interessanti” per gli osservatori del settore, sono anche super utili per gli esperti di marketing digitale.

Sapere quanto profondamente ciascuna di queste piattaforme raggiunge la comunità globale online è fondamentale per la strategia di social media marketing della tua azienda. Così come capire altre sfumature relative alla crescita della piattaforma.

 

Scegliere su quale social network il tuo marchio concentrerà i suoi sforzi di marketing è una decisione molto importante che non dovrebbe essere presa solo sulla base di un’intuizione.

Certo, una particolare piattaforma di social media può “sembrare giusta” per il tuo marchio, ma ti consigliamo di prendere in considerazione un mucchio di altre variabili prima di fare il salto. Tra queste, la “popolarità relativa” e la “crescita” sono due dei fattori più importanti.

 

Perchè non leggi anche: Cos’è Il Social Network Reddit e come Funziona

 

 

I 15 migliori siti e applicazioni di social media per utenti attivi

 

La metrica che usiamo per determinare le dimensioni di un social network è il “numero di utenti attivi” – la quantità totale di utenti unici attualmente registrati sulla piattaforma. È una metrica utilizzata in tutta l’industria tecnologica come indicatore chiave di popolarità, coinvolgimento e crescita.

Qui sotto c’è un grafico che rappresenta i primi 15 siti e applicazioni di social network come calcolato da Statista, il principale fornitore di dati aziendali.

 

I Social Più Usati nel Mondo

 

Uno sguardo più da vicino ai 15 principali social network

 

Facebook – 2,74 miliardi di utenti attivi

Facebook è l’indiscusso campione dei pesi massimi delle piattaforme di social media.

Anche se non può prendersi il merito di aver iniziato tutto, quell’onore va a SixDegrees (RIP), Facebook è il mostro dei social media che non solo ha mostrato al mondo cosa può essere internet, ma ha anche cambiato radicalmente il modo in cui gli esseri umani interagiscono tra loro.

I turbolenti primi giorni dell’azienda e la continua associazione con controversie epiche non le hanno impedito di raggiungere una crescita sbalorditiva dal suo lancio nel 2004.

Facebook ha impiegato solo dieci mesi per raggiungere un milione di iscritti e solo otto anni per raggiungere un miliardo. Da febbraio 2021, Facebook vanta 2,74 miliardi di utenti attivi – un numero che cresce con circa 500.000 nuovi utenti ogni giorno, o sei nuovi utenti ogni secondo.

Nonostante la sua immensa popolarità, Facebook non è il sito web più visitato al mondo. Un po’ sorprendentemente, i suoi 25,5 miliardi di visite mensili sono superati dai 34,6 miliardi di YouTube e totalmente eclissati dai 92,5 miliardi di Google.

 

Rispetto alle altre piattaforme di social media, Facebook è il più popolare tra gli utenti di età compresa tra i 12 e i 34 anni.

The Infinite Dial riporta che il 58% degli intervistati in questa fascia d’età che hanno identificato Facebook come il loro social network preferito nel 2015 si è ridotto al 32% nel 2020. Il più grande colpevole – Instagram. Il social network di condivisione di foto e video ha visto la sua quota di questa fascia demografica passare dal 15% al 27% nello stesso periodo di tempo.

 

Ecco altri fatti interessanti sull’utilizzo di Facebook:

  • L’India è il paese con gli utenti di Facebook più attivi (290 milioni), gli Stati Uniti sono secondi (190 milioni) e l’Indonesia è terza (140 milioni).
  • Negli Stati Uniti, il 73% di tutti gli utenti di Facebook si connette quotidianamente. Il 93% usa Facebook settimanalmente e il 98% accede almeno una volta al mese.
  • Nonostante le continue critiche sul ruolo di Facebook nella diffusione della disinformazione, il 36% dei cittadini statunitensi dice di usare regolarmente la piattaforma come fonte di notizie.
  • L’utente americano medio spende fino a 38 minuti al giorno su Facebook.

———————————————-

 

 

YouTube – 2,291 miliardi di utenti attivi

 

La seconda piattaforma di social media più popolare della nostra lista, YouTube arriva a 2,29 miliardi di utenti registrati.

Tuttavia, dato che CHIUNQUE può godere dei contenuti di YouTube, indipendentemente dal fatto che sia un utente registrato o meno, questa cifra potrebbe non essere la rappresentazione più accurata della vera popolarità della piattaforma.

Lanciata nel 2005, la piattaforma di condivisione video era inizialmente intesa come un servizio di incontri, con i fondatori che, a quanto si dice, pubblicarono annunci su Craigslist per invogliare le donne a pubblicare video di loro stesse che parlano dei loro partner ideali.

La (piuttosto comprensibile) mancanza di risposta ha fatto sì che il sito venisse aperto ai video di qualsiasi tipo – una decisione che alla fine avrebbe reso Steve Chen, Chad Hurley e Jawed Karim multimilionari.

 

L’azienda ha superato numerosi ostacoli tecnici e legali sulla sua strada per diventare non solo la principale piattaforma di video-sharing del mondo ma anche l’obiettivo di un’acquisizione da 1,65 miliardi di dollari da parte di Google. Tutto questo nel novembre 2006 – solo 16 mesi dopo il suo lancio ufficiale.

YouTube è anche una delle poche piattaforme di social media che raggiunge gruppi di età molto giovani. Uno studio del 2020 condotto da Pew Research ha rivelato quanto segue sulle abitudini di visualizzazione dei bambini statunitensi sotto gli 11 anni.

  • L’80% dei genitori dice che i loro figli guardano i video di YouTube.
  • Solo il 19% dei genitori dice che i loro figli non guardano i video di YouTube.
  • Più della metà dei genitori ha detto che i loro figli guardano Youtube almeno una volta al giorno.

Nonostante la sua popolarità tra il pubblico più giovane, YouTube vanta anche alcune statistiche notevoli per raggiungere il pubblico adulto. Quasi tre quarti (74%) di tutti gli adulti negli Stati Uniti usano YouTube. Facebook arriva secondo con il 68% e Instagram è terzo con il 40%.

Quando si parla di demografia nazionale, più del 30% di tutto il traffico di YouTube proviene solo da tre paesi. Con il 16,4%, gli Stati Uniti contribuiscono alla percentuale maggiore. L’India è seconda con il 9,2% e il Giappone ottiene il bronzo con il 4,8%.

——————————————————-

 

 

WhatsApp – 2,0 miliardi di utenti attivi

 

Fondata nel 2009 da due ex dipendenti di Yahoo!, l’obiettivo originale di WhatsApp non era quello di essere un’app di messaggistica istantanea (IM), ma piuttosto di mostrare semplicemente degli “stati” accanto ai nomi di ogni voce nella rubrica di un utente.

“Ad un certo punto è diventata una sorta di messaggistica istantanea”, ha detto a Forbes Alex Fishman, un amico del fondatore Jan Koum.

Questa evoluzione accidentale ha portato l’applicazione a dominare il mercato della messaggistica istantanea gratuita e avrebbe anche finito per rendere i fondatori immensamente ricchi – quest’ultimo grazie all’acquisizione da parte di Facebook per 16 miliardi di dollari nel 2014.

 

WhatsApp è una delle sole tre piattaforme di social network con una base di utenti di oltre 2 miliardi – un traguardo raggiunto nel 2020. Il recente tasso di crescita dell’app è stato sorprendente, con l’ultimo miliardo di utenti saliti in soli quattro anni!

Dato che WhatsApp ha resistito all’integrazione della pubblicità tradizionale nel suo modello di entrate, la piattaforma non offre l’ampiezza delle opzioni di marketing come fanno molti altri social network. Ma questo non significa che l’applicazione non offra un enorme valore di marketing per le aziende che la utilizzano come strumento di comunicazione.

Nonostante una recente catastrofe PR che riguarda un aggiornamento sconsiderato della loro politica sulla privacy, WhatsApp è ancora l’app di messaggistica mobile più popolare sulla terra, battendo Facebook Messenger, WeChat, QQ, Telegram e Snapchat.

—————————————————-

 

 

Facebook Messenger – 1,3 miliardi di utenti attivi

 

La dice lunga sulla potenza di Facebook il fatto che un servizio all’interno della loro piattaforma principale abbia raggiunto il quarto posto in questa prestigiosa lista.

La dice lunga anche sul fatto che WhatsApp sia stato in grado di superare nettamente Messenger nonostante quest’ultimo sia incorporato nel social network più popolare del mondo.

 

L’incarnazione iniziale di Messenger era “Facebook Chat” – una semplice funzione di messaggistica istantanea che fu lanciata nell’ambiente di Facebook nel 2008. Notando il potenziale di Chat come app autonoma con un proprio ecosistema commerciale unico, Facebook ha rivisto il servizio e l’ha ribattezzato “Facebook Messenger” due anni dopo.

A differenza di WhatsApp, i proprietari di Messenger non hanno avuto problemi ad introdurre funzioni di monetizzazione nella funzionalità principale dell’applicazione. Come risultato, Messenger offre alle aziende un livello di contatto senza precedenti con i loro clienti e potenziali clienti.

 

Ci sono più modi per interagire con i tuoi contatti su Messenger di quanti tu possa immaginare. Dai chatbot automatici che rispondono alle domande in arrivo e promuovono i prodotti, alle pubblicità visualizzate nella casella di posta dell’utente, Messenger è il sogno di ogni marketer B2C.

Facebook riferisce allegramente che oltre 40 milioni di aziende attive utilizzano Messenger per interagire con i loro potenziali clienti e che oltre 20 miliardi di messaggi vengono inviati tra aziende e utenti regolari ogni mese.

 

È interessante notare che mentre Messenger è ancora indietro rispetto a WhatsApp in termini di numero totale di utenti attivi globali, Messenger è comodamente la scelta più popolare tra gli utenti negli Stati Uniti.

I dati più recenti di Statista sull’impegno di messaggistica istantanea negli Stati Uniti riportano che il 12,1% dei possessori di cellulari statunitensi sta usando WhatsApp, rispetto al 56,8% di Messenger.

—————————————————————

 

 

 

Instagram – 1,221 miliardi di utenti attivi

 

L’applicazione per la condivisione di foto più popolare al mondo arriva al numero 5 con un totale di 1,22 miliardi di utenti attivi globali.

Fondata dall’ex dipendente di Google, Kevin Systrom, nel 2009, Instagram è il prodotto di un’analisi incredibilmente diligente del panorama dei social media dell’epoca.

Un primo round di finanziamenti ha permesso a Systrom di trasformare l’applicazione, che inizialmente si concentrava sull’attrarre gli aficionados del whisky e del bourbon, in qualcosa di più ampio. Qualcosa con una tecnologia di manipolazione delle immagini che definiva il settore e un’esperienza sociale molto più coinvolgente di qualsiasi altro servizio di condivisione delle immagini dell’epoca.

 

Il risultato fu una forza assoluta di social network. Entro aprile 2012, il mese in cui Facebook lo ha acquisito per 1 miliardo di dollari, Instagram aveva fatto crescere la sua base di utenti a 35 milioni. Tre mesi dopo, si trovava a 80 milioni di utenti. A giugno 2016, ha raggiunto il traguardo dei 500 milioni.

Uno dei contributi più duraturi di Instagram al mondo del marketing digitale è stata la creazione degli “influencer”. Nel bene e nel male, la popolarità di alcuni utenti ha dato ai loro profili un taglio “aspirazionale”, che presto ha portato alla nascita di un intero nuovo canale di marketing che ha permesso alle persone normali di monetizzare la loro fama.

 

Demograficamente, Instagram si rivolge principalmente agli utenti sotto i 35 anni, con il 71% della base di utenti dell’applicazione che rientra in questa categoria.

È anche una piattaforma immensamente popolare per il marketing B2C, con più del 70% delle aziende statunitensi che lo utilizzano attivamente come canale di marketing. Instagram offre incredibili tassi di coinvolgimento rispetto a Facebook, il suo più grande concorrente. Nonostante offra funzionalità e meccanismi di coinvolgimento relativamente simili, i post di Instagram vedono, in media, un tasso di coinvolgimento superiore del 23% rispetto alle immagini pubblicate su Facebook.

Con 140 milioni di utenti ciascuno, gli Stati Uniti e l’India rappresentano le due maggiori demografie nazionali della piattaforma. Il Brasile (99 milioni) è al secondo posto e l’Indonesia (88 milioni) al terzo, mentre la Russia (56 milioni) manca il podio.

—————————————————–

 

 

 

Weixin/WeChat – 1,213 miliardi di utenti attivi

 

Con una gamma incredibilmente ampia di funzioni che permettono agli utenti di fare tutto, dall’invio di messaggi di testo a videochiamate all’elaborazione di pagamenti digitali e ai videogiochi, non è una sorpresa che WeChat abbia una posizione così alta nella nostra lista.

È anche una testimonianza dell’immensa utilità di WeChat sapere che l’applicazione ha raggiunto questo livello di popolarità nonostante condivida attivamente le informazioni private degli utenti con il governo cinese come parte della sorveglianza di massa e degli sforzi di censura di quest’ultimo.

 

Indipendentemente da questa sfortunata collaborazione, WeChat si è fatta strada praticamente in ogni aspetto della vita cinese – una nozione sottolineata dal fatto che l’adozione dell’app da parte dei gruppi di età più avanzata è estremamente impressionante.

Nel 2018 un sorprendente 98,5% degli utenti mobili cinesi tra i 50 e gli 80 anni sono utenti registrati di WeChat. Mentre il 60% degli utenti WeChat di età superiore ai 60 anni usa più della metà dei propri dati mobili sull’app.

Per i social media marketer negli Stati Uniti che stanno considerando WeChat come un possibile canale di marketing, è utile sapere che il 23% degli utenti internet mobili americani tra i 18 e i 24 anni sono registrati sull’app.

————————————————————-

 

 

 

TikTok – 689 milioni di utenti attivi

 

Ci sono storie di successo improvvise e poi c’è TikTok. La piattaforma di condivisione video ha fatto irruzione sulla scena internazionale nel 2017 e ha iniziato rapidamente ad accumulare cifre di approvazione che hanno fatto piangere i concorrenti sulle loro tastiere.

Due anni dopo la sua comparsa nel panorama dei social media, TikTok era nella top five delle app più scaricate al mondo. Un anno dopo, era il numero uno. E non con un piccolo margine. Il neonato social network ha superato il suo rivale più vicino, WhatsApp, di ben 250 milioni di download.

 

La differenza tra WhatsApp e il terzo posto di Facebook è di soli 60 milioni di download!
TikTok ha ancora molta strada da fare per raggiungere i suoi concorrenti in termini di ampiezza della sua portata demografica. Negli Stati Uniti, il 47% della base di utenti della piattaforma è tra i 10 e i 29 anni.

————————————————-

 

 

 

QQ – 617 milioni di utenti attivi

 

Un’altra proprietà del conglomerato cinese Tencent (l’altra è WeChat), QQ esiste da sempre (negli anni di internet).

Lanciata con il nome di OICQ nel 1999 come servizio di messaggistica istantanea scaricabile, la piattaforma è diventata rapidamente la piattaforma di contatto digitale più popolare in Cina e ha giocato un ruolo fondamentale nel “uccidere” l’e-mail nel paese più popoloso del mondo.

 

La precoce ascesa di QQ al dominio come piattaforma di comunicazione aziendale è stata aiutata dall’eccezionale gestione del software per il trasferimento dei file. Questo ha creato un effetto rete in cui le aziende dovevano semplicemente essere su QQ perché, beh, tutti i loro partner, venditori e clienti lo stavano già usando.

Essere i primi a lanciare sul mercato una piattaforma così utile, specialmente in un territorio che blocca attivamente così tante applicazioni esterne basate sul cloud, ha aiutato a costruire le basi per l’enorme successo di QQ.

Nonostante la sua ubiquità in Cina, QQ non è riuscito a lasciare il segno nel resto del mondo. Le versioni internazionali della piattaforma non sono state integrate con molti prodotti QQ di valore, rendendola per lo più priva di valore al di fuori del suo territorio nazionale.

————————————————

 

 

 

Douyin – 600 milioni di utenti attivi

 

Per farla semplice, Douyin è TikTok per un pubblico cinese. Le due piattaforme hanno la stessa società madre e le stesse funzionalità di base ma sono sicuramente due app diverse, commercializzate per due diversi gruppi demografici.

In Cina, Douyin è diventato uno dei canali di marketing più popolari per i marchi di lusso. Molti hanno lottato per creare un coinvolgimento significativo con la giovane base di utenti della piattaforma, ma ci sono state alcune storie di successo.

A differenza di TikTok, Douyin ha abbracciato la monetizzazione degli utenti e ha fornito ai creatori di contenuti meccanismi più concreti per generare un flusso di entrate dai loro video – principalmente integrandosi con le popolari piattaforme di e-commerce cinesi come Taobao.

————————————————-

Ti può interessare: Le 5 Funzioni di Facebook Messenger Che Devi Conoscere

 

 

Sina Weibo – 511 milioni di utenti attivi

 

Sina Weibo è una proprietà cinese che ha iniziato come sito di micro-blogging e si è evoluto nel terzo più grande social network del paese.

A differenza delle altre piattaforme cinesi in questa lista, Weibo si concentra molto sulla creazione, consegna e consumo di contenuti generati dagli utenti. È un centro di informazione che è stato adottato da aziende, giornalisti, influencer e gente comune.

 

Le aziende, in particolare, hanno adottato Weibo come piattaforma di marketing, con diversi marchi internazionali che sono riusciti ad attingere all’enorme mercato cinese. Il maggior successo di questi è stato Tourism Australia che ha vinto il “premio per la destinazione in uscita più promettente e popolare” di Weibo in un summit di influencer cinesi nel 2019.

Purtroppo, come ci si può aspettare, le informazioni distribuite su Weibo sono soggette al severo controllo del governo e alla censura. Ma questo non ha fermato i continui sforzi delle aziende straniere che vogliono commercializzarsi a un terzo della popolazione cinese.

——————————————

 

 

 

Telegram – 500 milioni di utenti attivi

 

Nessun social network con un focus sulla messaggistica istantanea ha beneficiato più di Telegram del recente disastro di PR di WhatsApp. Quando WhatsApp ha annunciato cambiamenti imminenti nella sua politica sulla privacy, le conseguenze sono state istantanee.

Gli utenti hanno lasciato l’applicazione di chat di proprietà di Facebook in massa – la maggior parte di loro l’ha scambiata per Telegram, un’applicazione di messaggistica istantanea e social network iper-sicura favorita dagli appassionati di blockchain e dai commercianti di criptovalute.

 

Il Guardian riporta (tramite dati ottenuti da App Annie) che tra il 1 gennaio e il 12 gennaio 2021, WhatsApp è scesa dall’ottava app più scaricata nel Regno Unito alla modesta posizione di 23°.

Più o meno nello stesso periodo di tempo (1 gennaio – 21 gennaio), Telegram ha guadagnato circa 25 milioni di nuovi utenti. Questo è un aumento del 5% nella loro base di utenti in sole tre settimane! È anche diventata l’applicazione più scaricata al mondo sia per gli utenti Android che iPhone durante un mese che WhatsApp preferirebbe dimenticare.

 

Secondo i dati pubblicati da Hootsuite, gli utenti Android Telegram passano più tempo sull’app rispetto a quelli che usano Facebook Messenger. Gli specialisti dei social media riferiscono che l’utente medio trascorre 2,9 ore al mese su Telegram, contro le 2,7 di Messenger.

————————————————–

 

 

 

Snapchat – 498 milioni di utenti attivi

 

Poche persone avrebbero immaginato che un’app che rifiuta la nozione di “una volta che è su Internet, è per sempre” avrebbe prosperato nel modo in cui Snapchat ha fatto.

La piattaforma di condivisione di foto e video è diventata famosa per mostrare i post degli utenti solo per un tempo limitato prima di essere cancellati. Per sempre. Questo infondeva ad ogni interazione di Snapchat un’immediatezza che risuonava con una generazione più giovane di utenti di Internet mobile.

Ha anche aiutato il fatto che l’applicazione ha rotto gli schemi quando si è trattato di filtri e lenti di realtà aumentata – caratteristiche che hanno infuso alle interazioni di Snapchat un’irriverenza creativa che mancava in altri social network.

 

Snapchat ha mostrato una crescita davvero impressionante nei suoi utenti attivi giornalieri (DAU) al di fuori degli Stati Uniti e dell’Europa.

Nei quattro anni tra il quarto trimestre del 2017 e il quarto trimestre del 2020, l’utilizzo dell’app in queste due regioni ha mantenuto un tasso di crescita costante. I DAU nel resto del mondo, tuttavia, sono saliti alle stelle in questo lasso di tempo, passando da 47 milioni a ben 99 milioni.

A partire da dicembre 2020, i DAU di Snapchat nel “resto del mondo” ora superano le loro controparti statunitensi ed europee.

Da una prospettiva demografica, due statistiche spiccano:

 

Il 59% di tutti gli utenti internet statunitensi tra i 13 e i 24 anni sono su Snapchat.
Dal 2016, Snapchat è stato il social network più popolare tra gli adolescenti e i giovani adulti.

—————————————————

 

 

 

Kuaishou – 481 milioni di utenti attivi

 

Gli 1,5 miliardi di persone in Cina amano assolutamente la condivisione di video e lo streaming dal vivo. Così tanto, infatti, che ci troviamo a parlare della seconda app del suo genere che si concentra esclusivamente sul mercato cinese.

Kuaishou è il secondo più grande social network di video-sharing del territorio, attualmente con circa l’80% degli utenti attivi totali di Douyin.

Funzionalmente, offre caratteristiche molto simili a Douyin, ma ci sono differenze chiave nel tipo di contenuto che le due reti creano e come viene curato e visualizzato.

 

Kuaishou è la piattaforma più popolare per lo streaming dal vivo, servendo il doppio della quantità di streaming dal vivo nella sua sezione di contenuti locali rispetto a Douyin.
Kuaishou ha un approccio più forte alla raccomandazione dei contenuti basato sulle relazioni. Circa la metà dei contenuti nel feed di un utente proviene da account che l’utente già segue.

La stragrande maggioranza (fino al 90%) dei contenuti visualizzati sul feed di un utente di Douyin proviene da account che hanno guadagnato popolarità tra gli altri utenti.
Gli esperti cinesi di social media, Walk the Chat, credono che la maggiore attenzione alla comunità di Kuaishou sia la ragione principale per cui vanta conversioni di e-commerce che sono 5 – 10 volte più alte di quelle di Douyin.

———————————————————–

Leggi anche: Come Scaricare Snapchat Su Pc

 

 

Pinterest – 442 milioni di utenti attivi

 

Appena un anno fa, Pinterest non sarebbe entrato nella nostra lista dei 15 siti e app di social network più popolari. La piattaforma di condivisione delle immagini ha visto un anno di crescita record nel 2020, guadagnando più di 100 milioni di nuovi utenti attivi mensili tra gennaio e dicembre.

Un’informazione importante per i marchi che cercano di promuoversi su Pinterest è che la piattaforma di social media sta iniziando solo ora a lasciare il segno al di fuori degli Stati Uniti.

 

A partire da gennaio 2021, la stragrande maggioranza (circa il 23%) degli utenti della piattaforma di social media si trova negli Stati Uniti. Il prossimo territorio più vicino è la Germania che rappresenta solo il 3,9%. La Francia è terza con il 2,7%.

Avendo fatto questo punto, è importante notare che l’incredibile crescita di Pinterest nel 2020 è stata in gran parte dovuta all’aumento dell’adozione internazionale.

Parlando agli azionisti nel loro rapporto sui guadagni del quarto trimestre, l’azienda ha annunciato di aver visto un sorprendente aumento del 46% degli utenti attivi mensili (MAU) internazionali. Durante lo stesso periodo, la rete ha visto un aumento nazionale più modesto dell’11% di nuovi MAU.

Demograficamente, Pinterest è stato largamente dominato da utenti femminili. Attualmente, la divisione di genere è di circa 60/40%. Questo divario si sta riducendo, tuttavia, con la piattaforma che riporta un aumento del 50% di utenti maschi nel 2020.

————————————————————

 

 

 

Reddit – 430 milioni di utenti attivi

 

Opportunamente, la “prima pagina di Internet” riesce a rimanere nella nostra lista nonostante una forte opposizione e numerosi cambiamenti nella classifica.

Reddit è un paradiso per gli ossessionati dalle nicchie. Non importa quali siano i tuoi interessi e dove si trovino le tue passioni, è praticamente garantito che troverai una comunità che la pensa come te pronta ad abbracciarti, educarti e prenderti in giro.

 

Fondato nel 2005, Reddit è uno dei più vecchi social network presenti nella nostra lista, un fatto che è evidenziato dalla sua sorprendente somiglianza con i forum di discussione della vecchia scuola. Questo chiaramente non ha danneggiato la capacità della piattaforma di attrarre continuamente nuovi utenti, dato che Reddit ha mantenuto costantemente una crescita MAU del 30% anno su anno.
Reddit prospera negli Stati Uniti, dove il 25% degli adulti del paese usa attivamente la piattaforma per leggere e condividere informazioni. Reddit.com è attualmente classificato come l’8° sito web più popolare del paese e vanta una durata media della visita di 20,06 minuti – comodamente più lunga di Amazon, Wikipedia, Yahoo, Twitter ed eBay.

 

Il 50,8% del traffico desktop di Reddit proviene dall’America, con il Regno Unito (7,85%) e il Canada (7,76%) che occupano i due posti successivi. L’Australia (4,34%) manca il podio.

Attualmente, Reddit ha poco più di 2,2 milioni di subreddit. Queste sono in gran parte comunità indipendenti che esistono con la minima moderazione e interferenza da parte della piattaforma stessa. Questa autonomia ha giocato un ruolo importante nel successo di Reddit. Gli utenti sono in grado di formare comunità fiorenti intorno ad alcuni argomenti piuttosto oscuri – qualcosa che genera una feroce fedeltà ad una piattaforma.

—————————————————

 

 

 

In conclusione

Eccoti servito. I 15 siti e applicazioni di social network più popolari. Alzi la mano chi non avrebbe mai pensato che saremmo arrivati alla fine di questa gigantesca lista.

In tutta serietà, conoscere il più possibile su una piattaforma prima di iniziare a promuovere il tuo marchio è assolutamente fondamentale per il successo del social media marketing.

 

Diverse funzioni e caratteristiche rendono certe piattaforme più appropriate per un marchio piuttosto che un altro. Allo stesso tempo, diverse eredità e culture attraggono anche specifiche demografie di pubblico.

Costruisci una solida conoscenza di tutte queste variabili e la tua prossima campagna di social media avrà molte più probabilità di mostrare i ritorni che il tuo business merita.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche:  Profili Pubblici di Snapchat: Cosa Devono Sapere gli Esperti di Marketing

 

[wpmoneyclick id=”7252″ /]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie