Come Utilizzare lo Strumento Disavow di Google per un Migliore Posizionamento

Come Utilizzare lo Strumento Disavow di Google per un Migliore Posizionamento

 

Proprio come vai dal medico ogni anno per un controllo annuale, anche tu devi controllare periodicamente la salute dei tuoi backlink.

 

Ogni anno dovresti controllare i tuoi backlink per identificare qualsiasi backlink spammoso che potrebbe influenzare negativamente il tuo SEO e quindi il tuo traffico, la tua posizione nelle SERP e infine le tue entrate.

Fortunatamente ci sono alcuni modi per rimuovere i cattivi backlink o per evitare che vengano associati a te. Uno di questi metodi è utilizzare lo strumento Disavow di Google, che impedisce al tuo sito di essere associato a siti web loschi.

 

In questa guida, parleremo di quando usare (e quando non usare) lo strumento Disavow di Google, come usarlo e risponderemo alle FAQ.

Leggi anche: Come Avviare un Blog che Fa Soldi

 

 

Cos’è lo strumento Disavow di Google e quando dovresti usarlo?

Prima di passare all’utilizzo dello strumento, immergiamoci nel concetto di disconoscimento dei link.

 

  • I buoni backlink possono aumentare i tuoi punteggi di Domain Authority (DA) e Page Authority (PA), aumentare la tua visibilità nei motori di ricerca e aiutarti a migliorare il tuo posizionamento.
  • I cattivi backlink fanno esattamente il contrario. Danneggiano il tuo SEO e ti fanno perdere posizioni.

 

Detto questo, non dovresti cancellare link a destra e a manca.

Quando disconosci un link, stai dicendo ai motori di ricerca di non considerare un link specifico quando scansionano il tuo sito.

 

Ci sono alcune categorie di cattivi backlink che potresti considerare di rinnegare:

  • Siti creati solo per i link
  • Siti palesemente spam
  • Link in commenti di spam
  • Backlink da siti nel tuo paese/paesi non target (ad esempio, un backlink da un sito tedesco quando il tuo pubblico è negli Stati Uniti)

 

Se non hai il controllo sui link spammosi, usa lo strumento di disavow in modo che Google li ignori.

 

Avvertimento sullo strumento Disavow di Google

Secondo Google, usare questo strumento nel modo sbagliato può avere un effetto negativo sul tuo ranking.

 

 

Sembra piuttosto pesante, ma non preoccuparti; Google vuole solo assicurarsi che tu non stia disconoscendo i link sbagliati. Dovresti prima richiedere le rimozioni e ne parlerò più avanti.

Assicurati solo di utilizzare lo strumento quando hai molti backlink di bassa qualità che puntano al tuo sito e quando sei sicuro che stanno causando problemi.

La buona notizia è che se lo usi nel modo giusto, puoi migliorare il tuo ranking.

 

 

Migliori pratiche per lo strumento Disavow

 

Ci sono alcune importanti regole empiriche che dovresti seguire quando usi lo strumento di disavow:

 

Prova prima a rimuovere i link via e-mail

Google preferisce che tu provi a rimuovere i link per conto tuo prima di utilizzare lo strumento di disavow.

Puoi farlo con una richiesta di rimozione di link.

Una richiesta di rimozione di link avviene quando il proprietario di un sito invia un’e-mail ad un altro per richiedere la rimozione di un link.

Sfortunatamente, le richieste di rimozione dei link hanno una cattiva reputazione. Spesso sono ignorate, mancate, maliziose e persino spam. C’è un’arte nell’inviare con successo richieste di rimozione di link.

 

 

Usalo quando ne hai bisogno

Matt Cutts (ex capo del team Webspam di Google) dà il via libera all’utilizzo dello strumento disavow.

 

Potresti essere preoccupato del SEO negativo o di un mucchio di link spammosi che puntano verso il tuo sito. In questo caso, sarebbe una buona mossa disconoscere. Va bene disconoscere i link anche se non vedi un messaggio nella tua console per i webmaster.

Se le tue e-mail di richiesta di rimozione non sono efficaci, sentiti libero di utilizzare lo strumento di disconoscimento ogni volta che ne hai bisogno.

 

Usalo come un fucile da caccia, non come un mitragliatore

Invece di scegliere i link cattivi uno per uno, dovresti invece utilizzare l’operatore di dominio per eliminare tutti i backlink cattivi da un intero dominio. Questo è anche un metodo più veloce per migliorare le classifiche. Potrebbe volerci più tempo per vedere i risultati se scegli a mano i link cattivi uno per uno.

 

Ti può interessare anche: Che Cos’è un Nome di Dominio e Come Funziona?

 

 

Come utilizzare lo strumento Disavow: Una guida passo dopo passo

 

Ora è il momento di approfondire come puoi utilizzare lo strumento di disavow, passo dopo passo

 

Creare una lista di backlink
Ci sono molti strumenti diversi che puoi utilizzare per ottenere una lista dei tuoi backlink.

 

Questi servizi spesso cercano di automatizzare il processo di controllo. Anche se fanno risparmiare tempo, non otterrai un risultato così pulito come quello che otterresti se esaminassi manualmente ogni link.

 

Usa Questo sito Per Aiutarti

SEMrush

 

 

 

Per creare la tua lista di backlink manualmente, ecco cosa devi fare.

 

Scarica i tuoi link da tutte le fonti

Per prima cosa, vai su Google Search Console. Clicca su “Link” nella barra laterale. Scarica sia gli ultimi link che i link di esempio.

 

Se il tuo sito ha un gran numero di domini che si collegano ad esso (più di 1.000), puoi trovare più link scaricando la lista dei link di esempio ogni giorno per alcuni giorni.

Puoi anche scaricare link da altre fonti. Puoi semplicemente inserire il tuo URL qui e otterrai una lista di tutti i siti che ti linkano.

 

 

Se il tuo sito ha un gran numero di domini che si collegano ad esso (più di 1.000), puoi trovare più link scaricando la lista dei link di esempio ogni giorno per alcuni giorni.

Puoi anche scaricare link da altre fonti. Puoi semplicemente inserire il tuo URL usando lo strumento qui sotto e otterrai una lista di tutti i siti che ti linkano.

 

Trova Backlinks

 

Metti i tuoi link in un foglio di calcolo

Una volta che hai raccolto i fogli di calcolo dalle tue fonti, trova la colonna URL dei siti che ti linkano e copia questa colonna in un nuovo foglio di calcolo. Sentiti libero di usare Google Sheets o Excel-quello che preferisci.

Ora avrai una lista principale di tutti i link che portano al tuo sito. Vedrai alcuni duplicati, ma non preoccuparti perché li sistemeremo più tardi.

 

 

Suddividere gli URL in sottodomini

Crea una nuova colonna che si trova alla sinistra dei tuoi URL. Nella parte superiore del foglio di calcolo (A1), digita questa formula:

=left(B1,find(“/”,B1,9-1)

Ora, evidenzia l’intera colonna e premi CTRL+D sulla tua tastiera. Questo riempirà ogni cella della riga con la formula.

 

Una volta fatto questo, evidenzia di nuovo l’intera colonna e converti i risultati della formula in valori. Questo ti permetterà di copiare e incollare i dati nella colonna.

Fallo premendo CTRL+C per copiare, poi premi Modifica, Incolla speciale e Incolla solo valori.

Successivamente, usiamo lo strumento Trova e sostituisci per scomporre tutto nel suo sottodominio.

Con la colonna A evidenziata, clicca su modifica, poi su trova e sostituisci. Digita “HTTP://” (senza virgolette), non mettere nulla nel campo di sostituzione e premi “Sostituisci tutto“.

 

Ripeti gli stessi passi con queste due espressioni

https://
www. (Ricorda il punto dopo www)
Dopo aver fatto, la colonna A avrà ora i sottodomini o i domini di ogni URL che punta al tuo sito.

 

Sbarazzati dei link duplicati

Probabilmente avrai alcuni domini con diversi link. e vuoi avere solo un link da ogni dominio. Ordina la colonna A in ordine alfabetico e poi inserisci una nuova colonna a sinistra dei domini. Inserisci questa formula:

=if(B1=B2, “duplicato”, “unico”)

 

Copiala di nuovo su tutto il foglio di calcolo (puoi anche cliccare sul piccolo segno più nell’angolo in basso a destra di una cella evidenziata, conosciuto anche come il pulsante “riempi”).

Successivamente, filtra questa colonna per mostrare solo i duplicati. Infine, cancella ogni URL duplicato.

 

Ora avrai un URL per ogni dominio che ti sta dando un backlink.

 

 

Controlla i tuoi backlink

Ora, clicca su ogni URL sul tuo foglio di calcolo e decidi se vuoi mantenere tutti i link da ogni dominio o disconoscerli.

Se non sei sicuro, puoi sempre segnare i link come “forse” e tornarci più tardi dopo aver esaminato tutti i tuoi link.

A volte, dopo aver esaminato tutti i tuoi link, puoi individuare dei modelli che altrimenti non avresti visto.

Se non sei sicuro se dovresti rinnegare o meno un link, pensa a queste domande:

“Questo link mi aiuta?” cioè, “Potrei davvero ottenere affari e/o traffico da questo link?

“Questo link è stato fatto al 100% solo per il SEO?

“Se un dipendente di Google vedesse questo link, mi preoccuperei?

 

 

Ricorda che Google penalizza solo i siti che cercano di ingannare il sistema. Ogni sito ha la sua parte di link innaturali.

Non verrai colpito da una penalizzazione se stai giocando secondo le regole. Se vedi qualche link innaturale, non preoccuparti.

 

 

Crea un file di disconoscimento

 

Una volta che hai finito di esaminare ogni link, filtra la colonna in modo da vedere solo i link che vuoi rinnegare.

Poi, crea un nuovo foglio di calcolo e copia e incolla i tuoi domini nel nuovo foglio.

 

 

Poi, vuoi aggiungere “dominio:” (senza virgolette) davanti ad ogni nome di dominio.

Quando disconosci a livello di dominio, stai facendo una pulizia di tutti i link cattivi su quel dominio. Quando disconosci per URL, è più probabile che tu perda i link cattivi.

Vorrai sempre fare il disavow a livello di dominio.

Digita la seguente formula in B1 per aggiungere “domain:” davanti ad ogni nome di dominio.

 

=”dominio:”&A1

 

Usa il pulsante di riempimento per incollare la formula su tutta la colonna. Ancora una volta, evidenzia la colonna e poi seleziona incolla speciale, incolla come valori.

Ora la colonna B sarà piena di direttive di disavow.

 

 

Crea un file di testo

Il tuo file di disconoscimento deve essere in formato ASCII o UTF-8 a 7 bit. Puoi farlo in un paio di modi diversi.

Su un Mac, apri TextEdit, copia e incolla la colonna B in TextEdit, poi premi Formato e fai testo normale.

Su Google Docs, apri un Google Doc, copia la colonna B in un documento e poi clicca su File, Scarica come e Testo normale.

 

Aggiungere commenti

Sentiti libero di aggiungere commenti al tuo file di disconoscimento iniziando il tuo commento con un #. Ricorda, gli impiegati di Google non guardano il tuo file di disconoscimento.

Lo strumento di disconoscimento è automatizzato al 100%. Ogni commento che aggiungi è per i tuoi dati personali. Puoi inserirli per rinfrescarti la memoria su certe cose quando rivisiti il file in futuro.

 

Archivia il tuo disconoscimento

Vai allo strumento di disconoscimento e scegli il tuo file dall’elenco a discesa. Clicca due volte su “disavow links” e poi seleziona “choose file“. Poi vorrai caricare il file .txt che hai creato.

 

 

Principali errori dello strumento di disconoscimento

Potresti incorrere in errori quando cerchi di eliminare i link.

Fortunatamente, è molto comune che un errore appaia quando si disconoscono i link. In questo video, Matt Cutts parla degli errori comuni in cui le persone incorrono quando usano lo strumento di disavow.

Dovresti caricare solo un normale file di testo. Nessun ordinamento, font o sintassi dovrebbe essere aggiunto a questo file. Le persone cercano di caricare fogli di calcolo, documenti di Word e altri formati di file. Carica solo un file di testo (TXT).

 

  • Inizia utilizzando il comando domain: quando disconosci i link in modo da disconoscere tutti i link dell’intero sito. Molte volte, gli utenti cercheranno di rinnegare specifici URL con un pettine a denti stretti. Non farlo.
  • La sintassi errata è un altro problema che si presenta spesso. Assicurati di utilizzare un file TXT con la sintassi corretta.

 

  • Se vuoi fornire un commento sul perché Google dovrebbe rinnegare certi link, conservalo per la richiesta di riconsiderazione. Non scriverlo nel file di testo.

 

  • Quando commenti utilizzando lo strumento di disconoscimento, assicurati di utilizzare i tag. Se non lo fai, si verificheranno errori di sintassi. Infatti, è meglio limitare i tuoi commenti.

 

  • Lo strumento di disconoscimento non è una bacchetta magica che sistemerà ogni URL. Dovresti pulire il tuo profilo di link manualmente oltre ad utilizzare lo strumento.

 

Leggi pure: Dove e Come Comprare Un Dominio

 

 

FAQ sullo strumento di disconoscimento di Google

 

Quanto spesso dovrei usare lo strumento di rimozione?
Tutto dipende dal tuo profilo di link. Per esempio, se il tuo sito ha un record di link innaturali, potresti aver bisogno di fare un disavow mensile. In altri casi, è meglio fare prima un controllo dei link e poi un disavow.

Distanziando ogni rinnegamento, ti dai il tempo di individuare problemi e tendenze ricorrenti. Questo ti aiuterà a prendere decisioni migliori con le tue strategie di link-building.

Se hai un sito web medio che non ha una storia di link di bassa qualità, e se non sei in uno spazio super competitivo dove il SEO negativo non è un fattore importante, sei a posto con il disavow solo una o due volte all’anno.

 

Quando dovrei rimuovere un link manualmente e quando dovrei usare lo strumento di disconoscimento?
Rimuovere un link manualmente dovrebbe essere sempre la tua prima opzione.

Se sei stato colpito da una penalizzazione dell’algoritmo, ad esempio da Penguin, non c’è bisogno di intraprendere un lungo processo di email ai proprietari del sito per chiedere loro di liberarsi dei link.

 

In questo caso, dovresti disconoscere. Se sei stato colpito da una penalizzazione manuale, dovresti sicuramente provare a rimuovere manualmente i link prima.

 

 

Posso ripresentare un link se faccio un errore?

 

Per ripristinare, modifica il tuo file di disavow rimuovendo la direttiva e ricaricalo.

Google costruisce di proposito questo tempo di ritardo per scoraggiare gli spammer dal cercare di ingannare il sistema.

 

 

Quanto tempo ci vorrà per vedere traffico e classifiche migliori?

Google applica le tue direttive di disavow ai tuoi link non appena scansiona il tuo sito.

Dopo aver caricato le tue direttive, Google applica un tag nofollow invisibile ai link disavow che puntano al tuo sito.

Questo significa che quei link saranno buttati fuori dall’equazione quando l’algoritmo di Google considera il tuo sito.

Dovrai aspettare che Google abbia bisogno di eseguire nuovamente l’algoritmo, quindi non vedrai subito i cambiamenti. La maggior parte dei link impiega solo un mese per essere rimossa.

 

 

Come utilizzare lo strumento Disavow: Una guida rapida

Lo strumento Disavow è uno strumento potente per pulire il tuo profilo di link. Ecco come usarlo.

Scarica tutti i link da tutte le fonti
Vai su Google Analytics, Ubersuggest e Ahrefs per visualizzare tutti i tuoi link.

Ordina i dati
Riunisci tutte le liste, poi rimuovi i duplicati e ordina.

Controlla i tuoi backlink
Controlla quali link sono problematici, rimuovi quelli che vanno bene.

Tenta la rimozione manuale
Invia delle e-mail ai siti chiedendo loro di rimuovere i link.

Crea un file di testo
Il tuo file di disavow deve essere in formato ASCII o UTF-8 a 7 bit. Puoi farlo in un paio di modi diversi.

Aggiungere commenti
Usa # per aggiungere commenti o note se necessario.

Invia il file a Google
Invia il tuo file e aspetta la decisione di Google.

 

 

Come utilizzare lo strumento Disavow di Google Conclusione

Sia che si tratti di assumere un’agenzia SEO losca o di essere vittima di SEO negativo, avrai bisogno di eliminare i link cattivi prima di essere penalizzato.

Tuttavia, fai attenzione e non abusare dello strumento. Sconfessare i link sbagliati può danneggiare il tuo ranking nello stesso modo in cui lo fanno i cattivi backlink.

Lo strumento di disavow potrebbe non essere sempre il pulsante magico per risolvere i tuoi problemi, ma se usato correttamente dovrebbe aiutare il tuo traffico e il SEO a migliorare.

 

SEMrush

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie