Come Configurare Google Analytics 4 in WordPress

Come Configurare Google Analytics 4 in WordPress

 

Sei preoccupato di aggiungere Google Analytics 4 al tuo sito WordPress?

 

Non sei il solo.

Passare a Google Analytics 4 o GA4 sembra un compito scoraggiante.

Perderò i dati? Qual è la differenza? Dovrei usare GA4?

Queste sono alcune delle domande più frequenti che i nostri utenti ci pongono.

 

Per questo oggi, in questa guida definitiva, ti spiegheremo tutto ciò che devi sapere su Google Analytics 4.

L’abbiamo resa il più semplice possibile e abbiamo eliminato tutte le nozioni di base, in modo che tu possa imparare a conoscere GA4, impostarlo sul tuo sito e iniziare subito a monitorarlo.

 

 

Leggi anche: Come Condividere Automaticamente i Post di WordPress su Facebook e Twitter

 

 

Che cos’è Google Analytics 4?

 

Google Analytics 4 (noto come GA4) è l’ultima versione della piattaforma di analisi di Google. Si tratta di una versione aggiornata di Universal Analytics che tutti conosciamo.

Ecco un’occhiata alla nuova dashboard di Google Analytics:

 

Google Analytics 4 in WordPress

 

GA4 è dotato di un’infinità di nuove funzioni per monitorare il tuo sito web e ottenere informazioni dettagliate sulle sue prestazioni. I punti salienti di GA4 includono:

  • Basato sull’apprendimento automatico che rende la piattaforma più intelligente
  • Fornisce informazioni sul percorso dei clienti su tutte le piattaforme e i dispositivi
  • Si concentra sulla privacy
  • Dati più duraturi per il futuro
  • Integrazione perfetta con le piattaforme pubblicitarie di Google
  • Ottimizzazione più semplice delle campagne per aumentare il ROI del marketing

 

La configurazione di GA4 è semplice, ma dovrai reimparare una nuova piattaforma. Molti dei report a cui sei abituato non esistono nella nuova piattaforma Google Analytics 4. Tuttavia, potrebbero essere reintrodotti. Tuttavia, potrebbero essere reintrodotti in seguito.

In generale, puoi aspettarti che GA4 abbia una curva di apprendimento, ma ci offrirà modi nuovi e avanzati per misurare e analizzare il traffico come mai prima d’ora.

 

 

Google Analytics 4 vs Universal Analytics

GA4 è simile a Universal Analytics (UA) ma ci sono alcune differenze sostanziali. Per cominciare, il menu di navigazione e le opzioni a discesa sono cambiate.

Se stai utilizzando Universal Analytics e passi a GA4, questa è una delle prime cose che noterai. Dovrai spendere qualche minuto per imparare la nuova navigazione.

A parte questo, ecco le principali differenze tra le due piattaforme. Tieni presente che Google è in costante innovazione e che nuove caratteristiche, rapporti e funzionalità verranno aggiunte man mano che la piattaforma continuerà a essere sviluppata.

 

  1. Nessun dato storico: Una volta passato a GA4, ripartirai da zero. Ciò significa che i tuoi vecchi dati non saranno trasferiti dalla proprietà UA. Il lato positivo, per ora, è che puoi passare da una visualizzazione all’altra per vedere i tuoi vecchi dati. Questo è anche il motivo per cui dovresti impostare GA4 per il tuo sito il prima possibile. In questo modo, quando Universal Analytics verrà ritirato, avrai a disposizione alcuni dati storici in GA4.
  2. Manca il rapporto sulla frequenza di rimbalzo: La frequenza di rimbalzo mostra quante persone abbandonano rapidamente il tuo sito dopo aver visualizzato una sola pagina. Questa metrica è stata sostituita dalle sessioni impegnate, che forniscono informazioni più approfondite sulle persone che abbandonano il tuo sito. Invece di vedere solo una percentuale, vedrai più dati sulle persone che hanno abbandonato il tuo sito. Inoltre, Google vuole che gli utenti si concentrino sul tasso di coinvolgimento. In questo modo vengono mostrati i dati su chi rimane sul tuo sito web piuttosto che su chi lo abbandona.
  3. GA4 utilizza gli eventi invece degli obiettivi: Google tiene traccia solo degli eventi e delle conversioni. Non c’è l’opzione di creare obiettivi, ma puoi scegliere quali eventi considerare come conversioni. E c’è un modo semplice per farlo, semplicemente cambiando un interruttore. L’aspetto positivo è che Google terrà traccia di alcuni eventi per te senza dover modificare il codice del tuo sito.

Come puoi vedere, GA4 ha alcuni aggiornamenti davvero interessanti. Ma al momento, quando vedi i rapporti sulla tua dashboard, sembrano piuttosto complessi. A nostro avviso, la nuova piattaforma non è ancora adatta ai principianti e la curva di apprendimento è piuttosto ripida.

Visti gli svantaggi della nuova piattaforma, ti conviene fare il passaggio? Ti diamo una risposta dettagliata.

 

 

Dovrei passare a Google Analytics 4?

 

Sì – è la risposta breve.

Se stai già utilizzando Universal Analytics, probabilmente avrai visto questo avviso nella tua dashboard:

Universal Analytics non elaborerà più nuovi dati nelle proprietà standard a partire dal 1° luglio 2023. Preparati ora impostando e passando a una proprietà Google Analytics 4“.

 

Inoltre, i dati storici di Universal Analytics non saranno trasferiti a GA4. È quindi importante che tu faccia il passaggio al più presto.

In questo modo potrai iniziare subito a raccogliere dati in GA4. In questo modo, quando a luglio saremo tutti costretti a fare il passaggio, avrai dei dati storici su cui contare.

In poche parole, non devi iniziare a usare Google Analytics 4 subito. Ma dovresti configurarlo il prima possibile e lasciare che raccolga i dati.

Sappiamo che l’impostazione di GA4 sembra intimidatoria, ma siamo qui per guidarti nel modo più semplice per farlo. Il metodo che utilizzeremo oggi ti permetterà di aggiungere un doppio tracciamento al tuo sito in modo da poter utilizzare sia GA4 che Universal Analytics.

 

 

 

Come configurare Google Analytics 4?

 

Puoi configurare Google Analytics 4 da solo, ma devi seguire una procedura tecnica. Non è facile per i principianti e devi avere una conoscenza di base della codifica del tuo sito. Quindi, chi non è esperto di tecnologia finirà per evitare questo passaggio il più a lungo possibile.

Fortunatamente per gli utenti di WordPress c’è un modo molto più semplice: MonsterInsights.

 

Come Configurare Google Analytics 4 in WordPress

 

MonsterInsights è senza dubbio il miglior plugin di analisi per WordPress. Ti permette di collegare facilmente il tuo sito a Google Analytics. Infatti, bastano pochi clic e non c’è bisogno di alcuna codifica. Questo rende MonsterInsights la soluzione più facile per i principianti per configurare GA4 sul tuo sito WordPress.

C’è di più. MonsterInsights ti permette di monitorare sia Universal Analytics che Google Analytics 4 contemporaneamente.

 

Questo significa che puoi configurare GA4 adesso e lasciarlo in funzione mentre continui a usare Universal Analytics. Avrai tutto il tempo per navigare in GA4 e imparare la nuova piattaforma prima che il passaggio diventi permanente.

 

Inoltre, MonsterInsights è dotato di funzioni di monitoraggio avanzate integrate nel plugin. Puoi aggiungere:

  • Tracciamento dei moduli
  • Tracciamento degli eventi
  • Tracciamento dell’eCommerce
  • Dimensioni personalizzate
  • Tracciamento dei social media
  • Tracciamento dei link in uscita

Questo solo per citarne alcuni. E non stiamo scherzando quando diciamo che non c’è bisogno di codifica. Puoi attivare questi report con un semplice clic o utilizzando dei componenti aggiuntivi.

Detto questo, iniziamo con un semplice tutorial passo-passo per configurare Google Analytics 4 sul tuo sito WordPress.

 

 

Passo 1: Configurare l’account Google Analytics

 

Se sei nuovo di Google Analytics, dovrai registrare un account. Se invece hai già configurato Universal Analytics, passa al punto 2.

Apri il sito web di Google Analytics e utilizza il pulsante Inizia oggi nell’angolo in alto a destra della pagina.

 

  • Se hai un account Google esistente, puoi accedervi o cliccare sul link Crea account per creare un nuovo account Google.
  • Una volta effettuato l’accesso, clicca sul pulsante Inizia a misurare nella schermata successiva.
  • Nella pagina successiva, inserisci il nome del tuo account Google Analytics. Ora appariranno diverse impostazioni di condivisione dei dati. Puoi selezionare tutte le caselle e cliccare su Avanti.

 

Successivamente, puoi scegliere tra due opzioni:

  • Impostare una proprietà GA4 (opzione consigliata)
  • Configurare sia GA4 che UA allo stesso tempo

 

Creare una proprietà GA4

Per impostare la tua proprietà GA4, dovrai inserire altre informazioni commerciali. Una volta inseriti tutti i dettagli, scorri verso il basso e clicca su Crea.

Verrà visualizzato un popup che ti chiederà di accettare i Termini di servizio di Google Analytics. Puoi spuntare la casella di controllo e cliccare su “Accetto“.

Ora dovrai creare un flusso web di dati. Dato che lo stai configurando per un sito web WordPress, clicca sul pulsante Web.

Poi Google ti chiederà l’URL e il nome del tuo sito web.

Clicca sul pulsante Crea flusso e il gioco è fatto.

 

 

Impostare le proprietà GA4 e Universal

Se vuoi configurare entrambe le proprietà contemporaneamente, dopo aver inserito il nome della proprietà e aver scelto il fuso orario e la valuta, clicca sul link Mostra opzioni avanzate.

Per creare una proprietà Universal Analytics è sufficiente attivare il pulsante di spunta. Dovrai inserire l’URL del tuo sito web e selezionare la casella di controllo per creare entrambe le proprietà.

 

Come Configurare Google Analytics 4

 

Una volta cliccato sul pulsante Avanti, Google ti chiederà di inserire i dati della tua attività. Quindi, clicca sul pulsante Crea. Google potrebbe visualizzare un popup che ti chiede di accettare i Termini di servizio di Google Analytics. Tutto ciò che devi fare è spuntare la casella di controllo e cliccare su Accetto.

Dopodiché dovrai collegare Google Analytics al tuo sito. Qui entra in gioco la parte di codifica, ma non oggi. Utilizzeremo MonsterInsights per effettuare rapidamente la connessione.

 

 

 

Passo 2: Configurare MonsterInsights

 

Per collegare il tuo sito a GA4, devi inserire il codice di monitoraggio di Google Analytics nel codice del tuo sito WordPress. Si tratta di un’operazione tecnica e se non sai cosa stai facendo, potresti danneggiare il tuo sito.

Con MonsterInsights, tutto ciò che devi fare è cliccare su alcuni pulsanti e il plugin si occuperà di tutta la codifica del backend per te.

Per iniziare, devi registrare un account MonsterInsights. Poi, all’interno del tuo account, potrai scaricare il file del plugin che dovrai installare sul tuo sito WordPress.

Nel pannello di amministrazione di WordPress, vai su Plugin ” Aggiungi nuovo e clicca sul pulsante Carica plugin in alto.

 

Ora puoi scegliere il file zip di MonsterInsights che hai scaricato. Carica e attiva il plugin sul tuo sito.

 

Non hai mai installato un plugin prima d’ora? Non preoccuparti, per istruzioni dettagliate, segui la nostra guida: Come installare un plugin per WordPress.

A questo punto si aprirà una semplice procedura guidata che ti guiderà attraverso i passaggi necessari per connetterti a Google Analytics.

 

Nella pagina di benvenuto potrai scegliere la categoria del tuo sito web:

  • Sito web aziendale
  • Editore (Blog)
  • eCommerce

Scegli quella che meglio descrive il tuo sito e passa al passo successivo.

Ora, prima di poterti collegare a GA4, dovrai collegare il plugin MonsterInsights al tuo sito web.

Nel tuo account MonsterInsights o nell’e-mail di ricezione del tuo acquisto, troverai la chiave di licenza di MonsterInsights.

 

Copia questa chiave e inseriscila nella procedura guidata di configurazione.

Clicca sul pulsante “Connetti MonsterInsights” per verificare il tuo account e collegarlo al tuo sito. Ecco fatto.

 

Successivamente, vedrai un’opzione per collegare il tuo Google Analytics con il tuo account MonsterInsights. Scegli il tuo account e concedi a MonsterInsights i permessi necessari.

 

Successivamente, dovrai scegliere un profilo per completare la connessione. Se hai più siti web collegati al tuo account Google Analytics, seleziona qui la proprietà del sito giusto.

Se hai sia GA4 che Universal Analytics, puoi scegliere uno dei due.

Ora seleziona il tuo profilo e clicca sul pulsante “Completa la connessione“.

 

MonsterInsights autenticherà la connessione e al termine ti reindirizzerà alla pagina di configurazione di MonsterInsights.

Ecco fatto. Il tuo sito web è ora connesso a Google Analytics. Ma ci sono alcune impostazioni che dobbiamo spiegarti.

 

 

 

Passo 3: Scegliere le impostazioni consigliate da MonsterInsights

 

MonsterInsights rende incredibilmente facile la creazione di report e impostazioni personalizzate per il tuo sito.

Subito dopo aver collegato il tuo sito, il plugin mostrerà le impostazioni consigliate che potrai scegliere di aggiungere al tuo sito.

 

Questi rapporti sono abilitati per impostazione predefinita:

  • Tracciamento degli eventi
  • Attribuzione dei link migliorati
  • Tracciamento dei download di file

Scorrendo verso il basso, vedrai altre impostazioni per le informazioni di tracciamento che puoi configurare:

 

  • Tracciamento dei link di affiliazione – Per impostazione predefinita vengono aggiunti due percorsi di link di affiliazione, ma è possibile aggiungerne altri
  • Accesso ai rapporti di MonsterInsights – Scegli chi può vedere i rapporti di MonsterInsights all’interno del plugin.
  • Aggiornamenti automatici del plugin – Abilita o disabilita l’opzione di installazione automatica degli aggiornamenti.

Ora puoi “Salvare e continuare“. Nella schermata successiva, vedrai altre opzioni di tracciamento, addon e plugin utili. Questi includono:

 

  • Analisi e rapporti standard – I rapporti standard di MonsterInsights che troverai nella tua dashboard di WordPress.
  • Attribuzione dei link migliorata: ti aiuta a capire dove gli utenti fanno clic sul tuo sito.
  • 20+ tracciamenti avanzati – tracciamenti ancora più avanzati, come il tracciamento dell’autore, il tracciamento della conversione dei moduli, il tracciamento dello scorrimento e molto altro.
  • All in One SEO Toolkit – Il miglior plugin WordPress SEO che si integra con MonsterInsights
  • Tracciamento eCommerce – Abilita istantaneamente il tracciamento eCommerce avanzato
  • Strumenti di crescita avanzati – Accedi al nostro costruttore di URL per le campagne, all’addon per i post più popolari e all’integrazione con i test A/B.
  • Addon per la conformità alla privacy – Aiuta Google Analytics a diventare conforme a GDPR, CCPA e altro ancora.
  • Rapporti avanzati – Accedi a rapporti avanzati all’interno di MonsterInsights, come il rapporto in tempo reale, le parole chiave di ricerca, i rapporti sugli editori e sull’e-commerce e molto altro ancora.
  • Smart Form Builder by WPForms – Il più famoso plugin per la creazione di moduli per WordPress

 

Una volta aggiunte le impostazioni consigliate, vedrai un messaggio di successo “Fantastico, sei pronto!”.

 

In questo modo, hai collegato e configurato con successo una nuova proprietà di Google Analytics sul tuo sito WordPress.

Ora puoi cliccare sul pulsante “Termina la configurazione ed esci dalla procedura guidata“.

 

 

 

Passo 4: Impostare il doppio tracciamento

 

Vuoi monitorare i tuoi dati su entrambe le piattaforme? MonsterInsights ti permette di farlo con pochi clic. Potrai tracciare sia una proprietà Universal Analytics che una proprietà GA4.

Nella pagina principale delle impostazioni del plugin MonsterInsights, scorri verso il basso fino alla voce Autenticazione Google e trova la casella Profilo di doppio tracciamento.

 

Nella procedura guidata di configurazione, avresti dovuto impostare Universal Analytics o GA4. Di conseguenza, puoi scegliere di configurare quello che non hai autenticato in precedenza utilizzando il tuo ID di tracciamento di Universal Analytics o il tuo ID di misurazione di GA4.

 

 

 

Passo 5: Creare un API Secret

 

Se hai impostato Google Analytics 4 come profilo di tracciamento principale o doppio, dovrai utilizzare un API secret. In questo modo, tutte le funzioni di monitoraggio di MonsterInsights funzioneranno correttamente.

Per creare un API secret, apri Google Analytics e vai in Amministrazione.

Nella colonna Proprietà, clicca su Flusso di dati e apri il flusso di dati collegato a MonsterInsights.

In questa pagina vedrai un’opzione chiamata API secrets del protocollo di misurazione.

 

Questo ti permette di creare un nuovo API secret. Devi assegnargli un nickname e cliccare sul pulsante Crea.

Ora non resta che copiare e incollare il Valore Segreto in MonsterInsights.

 

Nell’amministrazione di WordPress, vai su Insights  Impostazioni. Nella sezione Autenticazione Google, c’è un campo chiamato API Secret del protocollo di misurazione. Devi incollare qui il valore segreto e le impostazioni verranno salvate automaticamente.

Tutto qui! Hai aggiunto con successo Google Analytics 4 a WordPress.

 

 

 

Domande frequenti su Google Analytics 4

1. Sono obbligato a usare Google Analytics 4?

Per ora puoi continuare a utilizzare Universal Analytics fino a luglio 2023. Dopodiché dovrai passare a Google Analytics 4. Ti consigliamo di impostarlo ora in modo che inizi a raccogliere i dati in una nuova proprietà GA4. Una volta che Universal Analytics sarà ritirato, i tuoi dati non saranno trasferiti a GA4.

2. MonsterInsights è l’unico modo per configurare Google Analytics 4?

No, puoi configurare Google Analytics manualmente. Questo comporta l’inserimento di un codice di monitoraggio nella codifica del tuo sito web nel file header.php. MonsterInsights è più semplice e non richiede alcun codice. Tutti i proprietari di siti web possono utilizzare questo plugin, anche i principianti.

Se hai già impostato Universal Tracking, puoi accedere all’Assistente di configurazione GA4 nel menu di amministrazione. Segui la procedura guidata per creare la tua nuova proprietà GA4.

3. Come usare Google Analytics 4?

Dopo aver configurato Google Analytics 4 con MonsterInsights, puoi vedere i tuoi report nell’amministrazione di WordPress. Nel menu di WordPress, apri la scheda Insights e visualizza i rapporti di analisi.

4. Esiste un corso su Google Analytics 4?

Sì, Google offre corsi online gratuiti su tutto ciò che riguarda Google Analytics, compreso GA4. Il corso include tutorial su Google Analytics 4 per aiutarti a navigare nella piattaforma e imparare a usarla.

5. Posso ottenere una certificazione di Google Analytics 4?

Sì, ci sono molte opzioni online per ottenere una certificazione in Google Analytics 4, tra cui Google Analytics Academy, Skillshare, Udemy e LinkedIn.

Ora sai tutto quello che c’è da sapere su Google Analytics 4 e su come configurarlo per il tuo sito WordPress.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: Come Analizzare le Prestazioni dei Tuoi Annunci su YouTube

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie