Come Avviare un Blog che Fa Soldi

 

Hai tutte le ragioni per avviare un blog. Non solo ti offre un ottimo sbocco creativo, ma può anche generare entrate extra per te.

Esistono molti blog che col tempo sono riusciti a generare migliaia di euro mensili. non è facile, non è subito, ma seguendo alcune semplici regole e con una buona costanza anche tu puoi crearti un secondo reddito passivo senza spendere enormi capitali.

 

Vediamo quali sono le regole più importanti che ti permetteranno di generare nuove entrate mensili.

Come avviare un blog in 11 passaggi

 

Scopri la tua nicchia

Se c’è un passaggio che devi fare bene, è questo.

La scelta dell’argomento (o della nicchia) del tuo blog determina il resto del futuro del sito web. Questo è ciò di cui scriverai e ,si spera , da cui guadagnerai.

Ho una buona notizia: il mondo è ENORME. Ciò significa che c’è praticamente un pubblico là fuori per qualsiasi argomento.

Detto questo, ci sono alcuni argomenti che tendono a dare risultati migliori di altri. Devi trovare l’argomento che attrae, sia un vasto pubblico che te.

 

Per trovare la nicchia del blog perfetta, dovrai rispondere a due domande:

 

1. Cosa mi interessa?

Quale argomento ami? Di cosa sei ossessionato?

Questa è la base del tuo blog di nicchia. Dopotutto, se non ami l’argomento, non vorrai scriverne giorno dopo giorno.

Per aiutare a rispondere a questa domanda, suggerisco di guardare verso diverse aree:

 

  • Talenti. C’è qualcosa in cui hai talento naturale? Forse uno sport, un gioco o uno strumento musicale.
  • Conoscenze e abilità. Quali abilità e conoscenze hai acquisito negli anni? Pensa a materie o abilità accademiche come le lingue e la riparazione dell’auto.
  • Carriera. La tua attuale carriera può essere un argomento fantastico di cui scrivere. Ad esempio, se sei uno sviluppatore per una startup, puoi iniziare a scrivere sul blog dello sviluppo front-end o sul settore tecnologico.
  • Interessi. C’è un argomento che ami imparare? Pensa alle cose che fai nel tempo libero. Forse stai leggendo libri o lavorando al tuo romanzo fantasy o riparando quella vecchia macchina nel tuo garage. Questo può essere un ottimo argomento di cui scrivere nel tuo blog.

 

Compito: annota 10-15 argomenti che ti interessano. Scrivili su un foglio di carta o in un documento Word . Ti aiuterà a mantenere catalogate le tue idee. Inoltre, puoi rileggerli in un secondo momento quando sarà il momento di prendere la decisione finale.

 

 

2. Quali sono gli interessi delle altre persone?

Questa zona è un po ‘più complicata.

Devi scoprire anche  cosa interessa alle altre persone. Altrimenti, potresti trovarti con un blog che non attira molta gente.

Ad esempio, potresti pensare che un blog su quanto è meraviglioso il tuo cane sia molto interessante, ma attirerà molte persone?

D’altra parte, un blog su come prendersi cura e addestrare i cani fa appello a un pubblico molto più ampio di lettori.

Ciò pone la domanda: a quali argomenti sono interessate le persone? Ecco alcune categorie popolari che vanno sempre bene:

 

  • Finanza personale
  • Fitness
  • Affari online
  • Investire
  • Produttività
  • Immobiliare
  • Carriere
  • Preparazione al test
  • Freelance

 

Suggerimento: utilizza lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google per vedere quanto spesso le persone cercano una categoria o una nicchia specifica. Rivelerà ciò a cui le persone sono e non sono interessate.

 

Compito: Dai un’occhiata alla tua lista . Qualcuno di loro rientra in queste categorie? In caso contrario, va bene! Probabilmente c’è ancora un pubblico là fuori per uno dei tuoi argomenti.

Per ora, voglio che tu scelga un argomento dalla tua lista . Una volta fatto, lo renderai ancora più specifico e lo posizionerai in una nicchia.

Ad esempio, potresti voler avviare un sito Web di finanza personale. Ridurlo potrebbe significare che crei un sito web di finanza personale per millennials che guadagnano € 100.000 all’anno. O per i trentenni che vogliono andare in pensione presto. O qualunque altra cosa.

——————————————–

 

Trova il nome di dominio perfetto

Ora, scegliamo un ottimo nome di dominio per il tuo blog.

Ho buone e cattive notizie :

 

  • Cattive notizie: la maggior parte dei nomi di dominio “migliori” sono già stati presi.
  • Buone notizie: non importa perché troveremo il migliore per te.

 

Dopo tutto, Internet esiste da decenni ormai. Ovviamente i migliori nomi di dominio sono già stati presi.

Ma ciò non significa che non sarai in grado di trovarne uno perfetto per il tuo blog.

Cosa rende un buon nome di dominio? Ecco alcune buone regole pratiche da tenere a mente quando ne scegli uno:

 

  • Sii breve. Non forzare i potenziali visitatori a dover digitare un mucchio di parole per visitare il tuo sito web. Consigliamo non più di 14 caratteri.
  • Scegli un .com, .org , .it o .net. Questi sono i più facili da ricordare per le persone.
  • Facile da pronunciare e da ricordare. Non vuoi spiegarlo costantemente alle persone quando menzioni il dominio del tuo blog.
  • Evita numeri e trattini . Non solo sembra goffo nell’URL, ma è anche difficile da digitare quando aggiungi trattini.
  • Usa il tuo nome. È molto probabile che il tuo nome sia disponibile come dominio. Questo lo rende la scelta perfetta per un blog personale. Parlerò di più di questo più tardi.
  • Usa un generatore di nomi per blog. Se hai bisogno di idee per i nomi di dominio, dai un’occhiata a questo sito Domain Wheel per trovare alcune idee. Potresti non trovare il nome di dominio perfetto, ma ne trarrai molta ispirazione.

 

Quando crei un dominio che ti piace, vai su  BlueHost  per vedere se è disponibile utilizzando il loro strumento di dominio. Se lo è, bene! In caso contrario, ora hai due opzioni:

 

  1. Cerca fino a trovare un dominio disponibile. Ti consiglio vivamente di farlo finché non trovi un dominio disponibile.
  2. Acquista un nome di dominio. Sebbene sia possibile acquistare un dominio da qualcuno che lo possiede già, questa è un’opzione avanzata e può diventare costosa . I domini di bassa qualità di solito costano poche migliaia di euro.I domini di alta qualità composti da due parole possono facilmente andare da € 5.000 a € 10.000. Per non parlare di tutta la seccatura che deriva dal trovare la persona che possiede il dominio, negoziare con lei e trasferire il dominio.

La soluzione migliore è continuare a cercare finché non trovi un dominio che ti piace e poi acquistare direttamente da un registrar di domini per circa € 10.

Ti consiglio vivamente di acquistare un host web che ti permetta di registrare un dominio gratuitamente. Ciò significa andare con BlueHost .

 

 

Utilizzando il tuo nome personale come dominio

 

Se questo è il tuo primo blog e non sei completamente sicuro di cosa vuoi scrivere, ti consiglio di usare il tuo nome personale.

Il motivo è che cambiare il tuo dominio in un secondo momento significa dover ricominciare da capo. Ci sono molti errori nel blogging che possono essere corretti in seguito; avere il dominio sbagliato non è uno di questi.

Supponiamo che tu scelga un dominio come fitnessfordoctors.com. Poi, dopo sei mesi, ti rendi conto che preferiresti scrivere blog di finanza personale per i medici. Dovresti ottenere un nuovo dominio e ricominciare da capo.

I domini personali sono molto più flessibili, dopotutto è solo un nome. Quindi,se cambi la categoria dopo pochi mesi, non è un grosso problema. Elimina tutti i vecchi contenuti che non sono pertinenti alla tua nuova direzione, inizia a pubblicare nuovi contenuti e sei a posto.

Detto questo, i domini personali hanno due principali svantaggi:

  1. Scalabilità. È molto più difficile reclutare altri scrittori o far crescere il tuo blog .
  2. Vendibilità. I blog personali, anche se generano grossi guadagni, sono molto più difficili da vendere. I potenziali acquirenti desiderano un sito che non dipenda da una sola persona.

Questi sono problemi piuttosto avanzati da avere però. Quindi, se questo è il tuo primo blog, i vantaggi dell’utilizzo del tuo nome come dominio superano di gran lunga gli svantaggi che incontrerai  lungo la strada.

 

Compito: scegli un nome di dominio.

Sebbene sia importante scegliere un buon nome di dominio brandizzabile, la cosa più importante da fare in questo passaggio è prendere una decisione e passare oltre. Non devi rimanere bloccato nel temuto stato di “paralisi per analisi”. Invece, scegline uno basato sul sistema indicato e vai avanti.

—————————————-

 

Scegli il Miglior host web

 

Un provider di web hosting offre spazio sul server per ospitare il tuo sito web. Qui è dove “vive” il tuo sito web.

Le persone che visitano il tuo sito web lo fanno tramite questo server. Quindi, come puoi immaginare, è piuttosto importante.

Ogni singolo sito Web necessita di un host web.

Abbiamo esaminato tutti i principali host per  siti WordPress.

Sebbene ci siano alcune altre scelte, in realtà le opzioni che mi sento di proporti sono:

Miglior host WordPress per principianti: BlueHost

• Normalmente $ 7,99 / mese
• Dominio gratuito e certificato SSL
• Consigliato da WordPress
• Garanzia di rimborso di 30 giorni

Per il tuo primo blog, desideri un host popolare, facile da usare, affidabile e a prezzi ragionevoli. Non c’è bisogno di niente di speciale.

BlueHost si adatta perfettamente a questa esigenza. La parte migliore è che i suoi piani partono da $ 3,95 / mese . È un vero affare considerando quante recensioni positive ottiene.

Per la stragrande maggioranza delle persone che iniziano i blog, BlueHost sarà la soluzione migliore per ospitare il proprio blog.

 

 

Miglior host WordPress per blogger avanzati: WP Engine

• Normalmente $ 30 / mese
• Prezzi mensili
• Dominio e certificato SSL gratuiti 
Garanzia di rimborso di 30 giorni

 

WP Engine viene fornito con molte funzionalità di hosting extra per sicurezza e scalabilità. Per i siti di quelle dimensioni, si finisce per dover fare molta più manutenzione per mantenere il sito in salute. WP Engine gestisce tutte queste cose per te. Anche il loro team di supporto è di prim’ordine. Fanno un ottimo lavoro.

Ma c’è un grave svantaggio: è più costoso. I piani più bassi partono da $ 30 / mese. Questo è 7 volte il prezzo di altri host.

 

Compito: Scegli un ottimo host web

Non puoi davvero sbagliare con nessuna delle opzioni. Se hai appena iniziato e desideri un web hosting molto conveniente ma affidabile, BlueHost è perfetto.

Se desideri qualcosa con un po ‘più di scalabilità, WP Engine è quello che fa per te.

———————————————

 

Installa WordPress

Il tuo sito web necessita di un sistema di gestione dei contenuti (CMS). Ciò ti consente di creare e gestire i post del blog.

C’è solo un’opzione per questo: WordPress .

Seriamente, non è nemmeno una decisione. Usa WordPress.

Anni fa, c’erano alcuni concorrenti di WordPress come Joomla, Typepad o Blogger.

Nessuno li usa più.

Suonerà un po ‘male, ma ogni volta che sento di qualcuno che usa uno di quei vecchi concorrenti di WordPress, mi viene da ridere. È difficile prenderli sul serio.

 

WordPress è utilizzato dal 30% di TUTTI i siti web del mondo . Ecco quanto è popolare.

Usa WordPress per il tuo blog, fine della storia.

Grazie alla popolarità di WordPress, la maggior parte degli host web offre la sua installazione con un solo clic. È semplicissimo.

Compito : Installa WordPress sul tuo host.

 

Ecco le istruzioni per Bluehost e WPEngine.

 

Installazione con un clic su Bluehost

  1. Accedi al tuo account Bluehost.
  2. Apri I miei siti nel menu laterale.
  3. Fare clic su Crea sito .
  4. Inserisci il nome e lo slogan del tuo blog. Fare clic su Avanti .
  5. Scegli il dominio su cui desideri installare WordPress.
  6. Scegli la directory in cui desideri installarlo. Fare clic su Avanti .

 

 

Installazione con un clic su WPEngine

Se hai deciso di utilizzare WP Engine,Wordpress lo trovi già  preinstallato poiché WP Engine è una società di hosting dedicata in particolare proprio a WordPress, quindi il processo è ancora più semplice.

  1. Accedi al tuo account WP Engine. Fai clic su Installazioni .
  2. Fai clic su Aggiungi Installa nella barra di navigazione.
  3. Inserisci il nome e lo slogan del tuo blog. Fare clic su Crea Installa .

———————————–

 

Scegli un tema WordPress accattivante

 

Una delle parti migliori di WordPress è che è davvero facile cambiare l’aspetto del tuo sito web.

Inoltre, non è necessario sapere nulla sulla codifica.

WordPress utilizza “temi”; piccoli pacchetti di codice che possono essere scambiati facilmente. Ogni volta che cambi il tema, cambierà anche il tuo sito ma il contenuto del tuo blog rimarrà lo stesso.

Questo rende molto facile far evolvere il tuo sito nel tempo senza dover ricostruire l’intero sito da zero.

Per ora, dovrai scegliere il tuo primo tema WordPress.

Il numero di temi presenti sul web sono tantissimi.

Quando scelgo un tema per uno dei miei blog, vado direttamente a StudioPress . I temi sono un po ‘più costosi arrivano a $ 130. (La maggior parte dei temi costa $ 20-50.) Ma ne vale assolutamente la pena.

StudioPress è stato acquistato da WP Engine e WP Engine ora include tutti i temi StudioPress come parte del suo pacchetto di hosting. È un bel omaggio se stai già pianificando di ospitare il tuo sito con WP Engine.

Se desideri una selezione più ampia di temi WordPress a prezzi standard, Themeforest è il marketplace di temi WordPress più popolare . Troverai praticamente tutto ciò che desideri nella sua selezione.

 

Compito : acquista un tema e aggiungilo al tuo sito web.

Dopo aver acquistato il tema, accedi al tuo blog WordPress, vai alla sezione Tema che si trova sotto Aspetto nel menu della barra laterale di WordPress. Quindi segui le istruzioni per aggiungere il tema.

 

Dovrai caricare i file del tema su WordPress e attivare il tema da WordPress. Puoi trovare l’opzione di caricamento andando su Temi> Aggiungi nuovo , un pulsante in alto.

 

Sarai in grado di gestire tutti i temi che hai caricato sul tuo blog WordPress dalla sezione Temi

———————————————-

 

Installa i plugin di WordPress

 

Una delle parti migliori di WordPress è che è infinitamente personalizzabile. Poiché è open source, puoi modificarlo per fare quello che vuoi.

Il modo più semplice per apportare modifiche è con i plugin. I plugin sono piccoli lotti di software che puoi installare all’interno di WordPress per ottenere funzionalità extra. È così che aggiungerai un sacco di funzionalità extra al tuo sito senza dover codificare nulla da solo.

MA fai attenzione qui e cerca di non esagerare.

Alcuni blogger installano dozzine o addirittura centinaia di plugin sul proprio blog. Ciò può causare una serie di problemi.

 

I plug-in non solo possono causare conflitti inaspettati tra loro, ma diventano una responsabilità per la sicurezza poiché è improbabile che ogni proprietario di plug-in lo mantenga aggiornato nel tempo. Diventano anche un enorme mal di testa da gestire.

Quando hai tanti plugin, non sei mai sicuro di quale plugin stia causando un problema particolare.

Mi piace mantenere i miei plugin limitati a 5-12.

Compito : Scarica plugin utili

 

 

Ecco alcuni dei miei preferiti:

  • Akismet – Richiesto per ogni blog, filtra automaticamente una tonnellata di spam nei commenti che è un problema per ogni blogger. Questo è uno dei pochi plugin che pago volentieri per l’aggiornamento.
  • Yoast SEO – Il plug-in SEO più altamente raccomandato, gestisce automaticamente un sacco di attività SEO per te e rende anche le attività SEO sulla pagina molto più semplici.
  • Modulo di contatto 7 – Il modulo di contatto più popolare in circolazione. Imposta una pagina di contatto sul tuo sito e quindi utilizza questo plug-in per creare un modulo di contatto che ti invierà un’e-mail ogni volta che qualcuno compila il modulo. Super facile.
  • TinyMCE Advanced – Una serie di miglioramenti all’editor di WordPress che rende la scrittura in WordPress molto più semplice.
  • WP Super Cach e – Un buon plugin per velocizzare il tuo sito.
  • MailChimp per WordPress – Maggiori informazioni su questo di seguito. È il modo più semplice per connettere il tuo sito WordPress a un account MailChimp, creare un modulo di iscrizione e-mail e iniziare a raccogliere abbonati e-mail.
  • Post popolari di WordPress : il modo più semplice per aggiungere un elenco dei post più popolari alla barra laterale del blog. L’elenco si aggiornerà automaticamente.

————————————————–

 

Installa Google Analytics

Google Analytics è uno strumento di analisi dei siti web gratuito di Google. Ti permette di fare cose come:

  • Guarda quante persone stanno visitando il tuo sito web
  • Trova le informazioni demografiche dei tuoi visitatori
  • Scopri quali post e pagine del blog ricevono il maggior numero di visite

Ma può diventare molto complicato.

Ecco perché per ora ignoreremo la maggior parte di ciò che è presente in Google Analytics.

Tutto quello che devi fare è creare un account Google Analytics e installarlo sul tuo blog.

E mentre ci sono molti buoni motivi per installare Google Analytics, ce ne sono due grandi che vorrei indicare:

Innanzitutto, Google Analytics memorizza i tuoi dati nel tempo. Quando sarai a pieno regime con i tuoi articoli sarai contento di aver raccolto tutti i dati fin dall’inizio.

In secondo luogo, è esilarante vedere le persone che visitano il tuo sito all’inizio. Ricordo la prima volta che Google Analytics ha registrato un visitatore sul mio primo blog. Ho pensato che fosse un errore. “Qualcuno ha visitato il mio sito? Veramente? Perché dovrebbero farlo? Loro chi sono? Gli è piaciuto? ”

 

Vedere i primi visitatori che arrivano ti darà un enorme impulso di motivazione. Anche se controlli Google Analytics solo per vedere il tuo traffico totale, vale comunque la pena perdere 10 minuti per configurarlo.

Ecco una guida passo passo per aiutarti:

 

Passaggio 1: accedi a Google Analytics

È semplice. Vai a Google Analytics e fai clic su Avvia misurazione .

Se non hai effettuato l’accesso a un account Google, ti verrà chiesto di accedere al tuo account Google. Se ne hai uno, fallo. In caso contrario, creane uno e accedi con quello.

 

Passaggio 2: crea il tuo account Google Analytics

In questa schermata, ti verrà chiesto di fornire un nome account. Usa il nome del tuo sito web o blog per questo.

Non preoccuparti per le caselle con i segni di spunta per ora. Puoi sempre modificarli in seguito.

Una volta fatto, fai clic su Avanti in basso.

 

Passaggio 3: scegli ciò che desideri misurare

Questa schermata ti chiede di scegliere se misurare un sito web, un’app o una combinazione di entrambi.

Scegli Web poiché stai creando un blog.

Quindi fare clic su Avanti .

 

Passaggio 4: compilare i dettagli della proprietà

Ora dovrai inserire alcuni dettagli del tuo sito Web, inclusi il nome, l’URL, la categoria del settore e il fuso orario.

Una volta fatto, fai clic su Crea in basso.

 

Passaggio 5: Copia e incolla il codice di monitoraggio sul tuo sito

Una volta creato l’account, avrai un codice di monitoraggio JavaScript univoco per il tuo sito. Quando copi e incolli lo snippet di codice nel tuo sito, Google Analytics inizierà a raccogliere dati per te.

 

Ecco! Questo è tutto. Stai ora monitorando Google Analytics per il tuo sito web.

 

—————————–

 

Imposta la tua lista di posta elettronica

 

Gli elenchi di e-mail sono il miglior strumento di marketing.

Pensa alla tua mailing list come a un raggio laser gigante su cui puoi concentrarti su qualsiasi offerta desideri. Vuoi Vendere consulenze? Proponila alla tua lista.

Pubblicare un nuovo post sul blog? Proponilo alla tua lista.

Un podcast ti ha appena intervistato? Proponilo alla tua lista.

Di tutti i canali di marketing che sono andati e venuti nel corso degli anni, niente è paragonabile alla potenza di una mailing list di alta qualità.

Anche se non sei sicuro di cosa inviare ai tuoi abbonati e-mail, va bene. La cosa importante è che inizi a raccogliere un elenco di abbonati e costruisci le basi in anticipo.

Compito: Crea una mailing list.

 

Utilizzando Constant Contact o altri servizi di email marketing , inizia a raccogliere email sul tuo blog in modo che l’elenco sia pronto per te non appena necessario. Ci vuole tempo per costruire un elenco di dimensioni decenti, quindi prima inizi e prima otterrai risultati.

Anche un opt-in super semplice nella barra laterale del tuo blog è sufficiente per iniziare.

Non preoccuparti nemmeno di inviare email a meno che tu non voglia. La cosa principale è che stai raccogliendo abbonati e-mail fin dall’inizio. Le liste di posta elettronica possono essere una miniera d’oro una volta che hai qualche migliaio di abbonati e il denaro arriva davvero una volta che hai 10.000 abbonati e oltre.

 

Scegli una cadenza Per Scrivere sul blog

Scrivere post sul blog non è uno sprint, è una maratona. In realtà, è più come un viaggio con lo zaino in spalla di più giorni.

I migliori blogger stabiliscono un ritmo di scrittura costante che possono mantenere per alcuni anni. Esatto, anni.

Ecco alcune regole pratiche sulla frequenza di pubblicazione:

  • Come minimo, trova un modo per pubblicare una volta alla settimana. Scrivi articoli di almeno 1.000 parole. Ti consiglio di iniziare da qui.
  • I blogger seri pubblicano 2-3 volte a settimana.
  • I siti più grandi arrivano rapidamente a 5-7 post a settimana. Ciò richiede più autori.
  • I più motivati che spingono le cose al limite faranno 25-50 post a settimana. Non è uno scherzo, questo è per le grandi aziende che utilizzano il content marketing come principale canale di acquisizione dei clienti. HubSpot è un classico esempio di questo.

 

 

Alcuni suggerimenti: il 14% dei blogger pubblica mensilmente. Ma cerchiamo di essere reali,un articolo al mese non è abbastanza per i tuoi lettori .

Se pubblichi settimanalmente, stai già postando più regolarmente del 37% degli altri blog: questo ti offre un enorme vantaggio.

Compito : Inizia a pubblicare almeno una volta alla settimana(più scrivi meglio è)

 

So che scrivere non è facile. Dopo aver scritto post sul blog a tempo pieno per tre mesi, voglio sempre buttare il mio MacBook dalla finestra. È una fatica per tutti noi. Questo è il motivo per cui consiglio di iniziare con un post a settimana.

Questo ti dà ancora la maggior parte della settimana per concentrarti su altri aspetti del tuo sito, dandoti anche una pausa dallo scrivere post sul blog tutto il tempo.

 

Un post davvero eccezionale dovrebbe impiegare due giorni per essere completato. Il primo giorno è per la ricerca e la definizione, insieme a tutta la scrittura che puoi completare. Il secondo giorno è per finire la scrittura, la correzione di bozze e la pubblicazione del post in WordPress.

Inoltre, spingi la qualità più forte che puoi. La chiave per costruire un sito e il traffico nel tempo è scrivere post che siano più preziosi di quelli che altre persone hanno già pubblicato nella tua categoria.

————————————————–

 

Crea un pubblico

C’è un articolo super famoso che gira tra i blogger: 1.000 veri fan( In Inglese) .

Fondamentalmente, ottenere 1.000 veri fan significa che puoi mantenerti senza fare altro. Puoi lasciare il tuo lavoro, lavorare da dove preferisci e avere il controllo completo della tua vita. Il tutto per aver raggiunto un obiettivo molto ragionevole di 1.000 veri fan.

Con i blog, costruirai il tuo pubblico di 1.000 veri fan in modo lento e coerente.

Se avrai costanza, ci arriverai. In genere, ci vogliono alcuni anni.

Compito : Usa questo sistema per ottenere 1.000 veri fan.

Ecco su cosa concentrarti per arrivarci più velocemente:

  • Pubblica sempre almeno una volta alla settimana. Non saltare mai una settimana.
  • Inizia a pubblicare 2-3 volte a settimana, se puoi.
  • In ogni post, spingi sulla qualità il più possibile. Cerca su Google l’argomento e guarda cosa hanno fatto altre persone, poi chiediti come puoi scrivere qualcosa di ancora migliore.
  • Scrivi cose che non sono già state scritte in modo completo. Trova un nuovo punto di vista o prospettiva sui tuoi argomenti che altre persone non hanno già trattato.
  • Trova la tua voce e sii autentico in modo che le persone possano conoscerti. Questo crea connessioni con il tuo pubblico più velocemente. Un trucco rapido per questo è fingere di scrivere i tuoi post a un amico intimo.
  • Per spingere ancora di più, diventa attivo in altre comunità online. Pubblica su gruppi Facebook, subreddit, su Twitter, fai interviste ai podcast,qualsiasi cosa. Sii il più utile possibile in queste comunità.
  • Per tutti i tuoi contenuti, chiediti costantemente: “Come posso renderlo il più prezioso possibile?

———————————————–

 

Monetizza il tuo blog

Ci sono tre modi in cui i blog fanno soldi.

Sì, solo tre. E sono:

  • Infoprodotti . Corsi online, webinar, e-book, ecc.
  • Programmi di affiliazione . Lavori con un marchio per promuovere i suoi prodotti e ottieni una percentuale sulle vendite.
  • Freelance e consulenza . Utilizzi il tuo blog come piattaforma per trovare clienti a cui proporre i tuoi servizi.

Ecco un rapido primer su come funzionano:

Come funzionano gli infoprodotti

Potrei scrivere un libro su questo. Per ora, lo manterremo semplice. Ecco il modello:

  1. Convinci le persone a visitare il tuo sito.
  2. Sul tuo sito, dai loro un motivo per iscriversi alla tua mailing list.
  3. Una volta che sono iscritti all’email, seguili attraverso una canalizzazione di lancio. Si tratta di canalizzazioni di posta elettronica progettate specificamente per vendere prodotti informativi. Di solito, questi sono corsi che includono un sacco di lezioni video.
  4. A seconda del volume e del mercato di destinazione, convertirai circa dallo 0,5% all’1% dei nuovi abbonati e-mail in un cliente al prezzo di € 300- € 2000 per il tuo corso.

 

Come funzionano i programmi di affiliazione

È piuttosto semplice: crei il più ampio pubblico possibile. Quindi, in tutti i tuoi contenuti, consigli prodotti utili a quel pubblico.

Quando il tuo pubblico fa clic sul link  del prodotto e lo acquista ricevi una commissione variabile in media dal 2% al 30%

Lo svantaggio principale è che solo una piccola percentuale di persone farà clic e una percentuale ancora minore di persone acquisterà. Quindi è davvero utile avere una quantità enorme di traffico per guadagnare abbastanza soldi dal tuo blog.

 

 

Come funziona il freelance e la consulenza

Mentre infoprodotti e affiliati sono i modi principali per fare soldi seri, hai anche bisogno di traffico serio per farli funzionare. Almeno se vuoi che funzionino abbastanza bene da fare sei cifre all’anno …

Ecco perché credo che il freelance e la consulenza siano il modo migliore per i principianti per iniziare a fare soldi velocemente bloggando.

Per fare soldi velocemente, questa è di gran lunga la tua migliore opzione. È anche la più facile da realizzare.

—————————————-

 

E tutti gli altri metodi di monetizzazione?

La maggior parte di loro sono una perdita di tempo. L’impatto sui ricavi è marginale, è una completa distrazione. Alcuni servono giusto per fare un pò di  marketing e branding. Il resto dovrebbe essere completamente ignorato. Ecco l’elenco dei sistemi di monetizzazione da ignorare:

  • Libri : ottimi per il marketing. Aggiunge una tonnellata di credibilità al tuo marchio. Ma non sentirai affatto l’impatto sulle entrate.
  • Eventi – Detesto gli eventi con ogni fibra del mio essere. Tutto il rischio è anticipato, tutti i contratti vengono bloccati in anticipo, sono un problema da vendere e non sai nemmeno se guadagnerai qualcosa fino a poco prima dell’evento. Anche se guadagni, i margini sono terribili. Per me, queste sono distrazioni complete e un enorme costo .
  • Banner pubblicitari (Google Ads, formalmente Adsense, ad esempio) – L’ultima volta che hanno fatto soldi decenti è stato intorno al 2003. Dio questi tempi non sono nemmeno sicuro che sia possibile ottenere banner pubblicitari utili per coprire la rata dell’hosting. Sto scherzando.

Non lasciarti scoraggiare però. L’importante è iniziare a creare il tuo blog e scrivere. Fallo costantemente e segui il sistema e scoprirai che il successo arriva più velocemente di quanto pensi.

Questo ci porta al nostro ultimo passaggio di azione …

Compito: Continua a crescere! Leggi articoli su come avviare e far crescere un blog di successo

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: Crea Blog – Permalink WordPress Cosa Sono