Un’Alternativa a Twitter: Come Funziona Mastodon?

Mastodon

 

Vuoi tenere d’occhio gli eventi del mondo oltre l’occhio aziendale di Twitter? Allora la piattaforma di microblogging Mastodon potrebbe fare al caso tuo.

Ecco uno sguardo a cos’è, come funziona e come si confronta con Twitter.

 

Leggi anche: Come Utilizzare TeamViewer sul Tuo Smartphone

 

 

Cos’è Mastodon?

Mastodon è una rete sociale di microblogging open-source simile a Twitter dove le persone possono creare profili, pubblicare messaggi (fino a 500 caratteri in un “toot” standard, che è la versione di Mastodon di un “tweet”), condividere immagini o video e seguire gli account di altre persone.

A differenza di Twitter, Mastodon è parzialmente decentralizzato, il che significa che non c’è una sola azienda che gestisce l’intera rete Mastodon.

 

Puoi utilizzare Mastodon attraverso un client web su qualsiasi dispositivo con un browser web, o attraverso un client mobile su uno smartphone o tablet. Include funzioni simili a quelle di Twitter, tra cui risposte, boost (come i “retweet”), preferiti (simili agli “amori” su Twitter) una vista della timeline e il supporto per le funzioni di moderazione come il blocco e gli avvisi di contenuto volontari che nascondono i contenuti sensibili.

 

Mastodon incorpora anche caratteristiche che Twitter non ha, come la cancellazione automatica dei post (per i post più vecchi di una certa età), la richiesta di approvazione per i followers senza limitare il tuo account e l’opt-out dell’indicizzazione dei motori di ricerca.

I sostenitori della privacy potrebbero anche apprezzare che la mancanza di pubblicità della piattaforma significa che Mastodon è generalmente libero dalla sorveglianza della rete pubblicitaria vista su altre piattaforme di social networking.

 

Ma è importante notare che, mentre le istanze di Mastodon non utilizzano pubblicità in questo momento, i server sono gestiti individualmente e il codice del software può essere personalizzato, quindi lo stato degli annunci su alcune istanze potrebbe potenzialmente cambiare in futuro man mano che Mastodon cresce in popolarità e i grandi server diventano costosi da amministrare. Ma per ora, lo spirito di libertà, open-source e privacy sono vivi e vegeti sulla piattaforma.

 

 

Come funziona Mastodon?

Mastodon è una rete di social media composta da nodi (chiamati “server” o “istanze”), ognuno dei quali esegue un software speciale. Chiunque può eseguire la propria istanza Mastodon (se ha il server dedicato adatto), che può poi collegarsi ad altri in una federazione o rimanere privata.

Gli individui o le aziende possono avere il controllo completo sui singoli server Mastodon, quindi ci sono ancora punti di amministrazione centralizzati, ma non è così concentrato come nel caso di Twitter, Tumblr o Facebook.

 

Il software Mastodon è open source. Si basa su un protocollo di social network open-source chiamato ActivityPub, che è sviluppato dal World Wide Web Consortium (la stessa organizzazione che mantiene gli standard per il web).

Usando Mastodon, le persone si iscrivono per avere un account con istanze specifiche. Una volta effettuato l’accesso, è possibile visualizzare una timeline locale (di post solo da quell’istanza) o, se l’istanza è federata con altre, vedere una timeline federata composta da messaggi di persone in altre istanze.

Gli utenti di Mastodon possono inviarsi messaggi a vicenda utilizzando i nomi dei loro account Mastodon (come “[email protected]”), che sono simili agli indirizzi e-mail in quanto presentano l’indirizzo del server oltre al nome utente.

 

 

Come posso iscrivermi a Mastodon?

 

In generale, Mastodon è gratuito da utilizzare. Per iniziare con Mastodon, visita la pagina delle Comunità di Mastodon e scegli un’istanza a cui vuoi unirti. Alcune stanze hanno un’adesione aperta, mentre altre richiedono di richiedere un invito al server, soggetto all’approvazione di un amministratore.

Al momento, l’istanza più popolare si chiama Mastodon.social, ma ce ne sono molte altre tra cui scegliere che si concentrano su diversi tipi di argomenti (tecnologia o gioco, per esempio), o interessi regionali.

 

Quando trovi quello a cui vuoi unirti, clicca su “Richiedi invito” o “Unisciti“. Poi inserisci il tuo indirizzo e-mail e crea un nome utente e una password. Dopo aver confermato la tua e-mail e aver ottenuto l’approvazione necessaria dagli amministratori dell’istanza, puoi accedere al nome di dominio dell’istanza e sarai in grado di fare microblogging in pochissimo tempo. Divertiti e stai attento là fuori!

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: Come Funziona Twitter – Guida Chiara e Completa

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie