I 6 Errori più Comuni che Aumentano il Tempo di Caricamento del Sito Web

I 6 Errori più Comuni che Aumentano il Tempo di Caricamento del Sito Web

 

Al giorno d’oggi su Internet, gli utenti non hanno pazienza per i siti web con scarsa velocità di caricamento o prestazioni inferiori allo standard.

 

Mezzo secondo può fare un mondo di differenza se qualcuno rimane o meno sul tuo sito. I tassi di conversione dei siti web calano in media del 4,42% per ogni secondo di tempo di caricamento secondo uno studio di Portent. In poche parole, permettere al tuo sito web di essere impantanato da immagini sovradimensionate, file non ottimizzati o design scadente può essere la rovina di qualsiasi sito web nel 2021.

Argomenti come l’ottimizzazione, la compressione e le reti di distribuzione dei contenuti possono essere un dolore da padroneggiare. Aggiungi a questo la nuova implementazione del Core Web Vitals di Google che ogni professionista del web sta lottando per capire e hai un sacco di compiti a casa per garantire che il tuo sito sia ben posizionato.

 

I tuoi utenti si aspettano che le tue pagine web si carichino velocemente e non resteranno nei paraggi se non lo fanno. È importante sapere cosa evitare quando costruisci il tuo sito per far sì che sia performante. Con questo in mente, diamo un’occhiata ai cinque errori più comuni che aumentano il tempo di caricamento del sito web.

 

Ti può interessare: 10 Modi per Migliorare le Tue Pagine Prodotto

 

 

 

Un punteggio basso sul Core Web Vitals di Google

Google ha iniziato a distribuire le sue nuove metriche di ricerca, chiamate Core Web Vitals, a metà giugno 2021. Queste metriche sono progettate per aiutare i professionisti del web e i proprietari di siti ad ottimizzare i siti web per un’esperienza utente semplificata. Ognuno dei Core Web Vitals fornisce il punto di riferimento desiderato per un fattore specifico, basato sull’esperienza utente di un visitatore medio del sito.

 

I Core Web Vitals sono tre metriche che Google ha identificato come cruciali nell’influenzare il tempo di caricamento del sito web e il posizionamento nella ricerca. La prima è Largest Contentful Paint, che è calcolata dal tempo necessario al caricamento del contenuto principale di una pagina, con la misura ideale che è più veloce di 2,5 secondi.

 

Il First Input Delay è la seconda metrica. Questo è il tempo necessario ad una pagina per diventare interattiva, con la misurazione ideale sotto i 100 millisecondi.

L’ultima statistica vitale è lo spostamento cumulativo del layout. È frustrante per gli utenti di un sito web quando un intero sito sembra cambiare il suo layout proprio quando stanno per cliccare su un link. Questo è dovuto al fatto che un sito è stato progettato con una completa noncuranza per il Cumulative Layout Shift.

 

La quantità di spostamento inaspettato nel layout visivo del contenuto della pagina dovrebbe essere inferiore allo 0,1%.

Descrivere i dettagli del Core Web Vitals di Google può facilmente costituire un intero articolo da solo. Ci sono molte risorse online che possono assisterti ulteriormente nell’assicurarti che i tuoi siti web soddisfino tutti i parametri di riferimento desiderati da Google, ma capire come influenzano il tempo di caricamento del tuo sito web prima di iniziare una costruzione può aiutare molto ad evitare complessi cambiamenti al sito in futuro.

 

 

 

Immagini che non sono ottimizzate correttamente

Ti ricordi nei primi anni 2000 quando l’internet dial-up era ancora una cosa e i siti web caricavano un’immagine enorme che rallentava dolorosamente il tuo schermo? Oggi possiamo avere internet molto più veloce, ma questo problema persiste sorprendentemente sui siti web che non sono progettati correttamente.

 

Tutte le immagini che usi sul tuo sito devono essere ridimensionate e compresse per ridurre la loro dimensione totale del file. Questo migliora immediatamente la velocità di caricamento sul tuo sito web. L’altra chiave per assicurarsi che le tue immagini si carichino rapidamente è quella di utilizzare formati di file moderni che sono ottimizzati per la velocità di caricamento del sito web.

Questi tipi di file includono WebP di Google, JPEG XR e AVIF. E so cosa stai dicendo, che ne è del buon vecchio JPG o PNG? Nonostante la loro popolarità, JPG e PNG sono terribilmente lenti da caricare se non sono ottimizzati e non sono più lo standard.

Comincerai a vedere il loro uso nel web design essere gradualmente eliminato nei prossimi anni man mano che più professionisti del web capiranno che sono vecchie notizie. Il che ci porta a…

 

 

 

File che non sono minificati e compressi

Quando si progetta un sito web, è fondamentale minificare i file che si utilizzano nel design quando possibile. Minificare significa rimuovere tutti gli spazi extra, le interruzioni di linea, i commenti e qualsiasi altra cosa che non è essenziale per i tuoi utenti.

Dopo aver sottoposto i tuoi file alla minificazione, è fondamentale che tu li comprima per ottimizzare ulteriormente il tempo di caricamento. Quando un browser visita il tuo sito web, vuoi che il file sia compresso per una consegna veloce usando GZIP o Brotli.

 

Comprimere tutti i tuoi file in un archivio ZIP ti aiuterà a fare in modo che il tuo sito web si muova velocemente. Pensalo come un modo per impacchettare i file in una volta sola.

Per esempio, quando ti sposti da una casa all’altra, non prendi le cose una alla volta mentre ti sposti; le impacchetti ordinatamente per rendere lo spostamento di tutto in una volta molto più facile e veloce. Lo stesso vale per zippare i file per una rapida consegna sul tuo sito web.

Il grafico qui sotto può fornire un’idea di come la compressione influenzi la velocità del sito. Una volta che inizi a minificare e comprimere i tuoi file, noterai un mondo di differenza nel tempo di caricamento del sito web.

 

Leggi anche: Test Velocità Sito – Elenco Risorse Gratis

 

 

Non rimandare o ritardare il caricamento di JavaScript

Il detto “Fai prima il tuo compito più difficile” non si applica nel mondo del web design. Infatti, la frase sarebbe l’opposto: “Fai il tuo compito più difficile per ultimo”. Quando si progetta per tempi di caricamento rapidi, si desidera posizionare qualsiasi tipo di JavaScript utilizzato sul tuo sito verso la fine della pagina o in fondo all’HTML.

 

Dovresti dare la priorità ai contenuti nella parte superiore del tuo sito web come il menu di navigazione, l’intestazione e l’immagine principale. È intelligente spostare tutto il tuo JavaScript lento e complesso in fondo alla pagina per assicurarsi che tutto il contenuto in alto venga caricato immediatamente.

 

Ci possono essere alcuni pezzi critici di JavaScript che devono essere caricati prima, ma rinviarne la maggior parte gioverà al tempo di caricamento del tuo sito web. In questo modo salvi tutto ciò che è approssimativo per il tempo di caricamento del tuo sito web per essere caricato dopo che il visitatore del sito ha la possibilità di iniziare la navigazione.

 

 

 

Dimenticarsi di caricare i file JavaScript e CS in modo asincrono

Perché dovresti fare un compito alla volta quando hai la possibilità di fare multitasking? Questa è la mentalità in gioco quando si rinvia o si carica in modo asincrono i file JavaScript e CS. JavaScript è una parte essenziale di qualsiasi applicazione web moderna e il modo in cui decidi di caricarlo ha un impatto diretto sulla velocità di caricamento del tuo sito web.

 

I professionisti del web inesperti sono noti per non riuscire a caricare i file JavaScript e CS in modo asincrono, il che può davvero rallentare il tempo di caricamento del tuo sito web. Caricare tutto simultaneamente, d’altra parte, permette al tuo browser di scaricare tutto in parallelo – piuttosto che per gradi. Questo si traduce in un tempo di caricamento del sito web molto più veloce.

 

 

 

Trascurare un CDN

È vitale che tu sfrutti un CDN quando progetti il tuo sito web per la velocità. Secondo uno studio di BuiltWith, oltre il 41% dei primi 10.000 siti web utilizzano una CDN ed è facile capire perché. Una CDN, o Content Delivery Network, ha server in tutto il mondo.

Quando un utente va sul tuo sito web che utilizza una CDN, viene utilizzato il server più vicino alla tua posizione. Dato che il server è locale, la tua connessione internet e i tempi di download verso quella CDN saranno molto più veloci.

 

Una grande analogia di come funziona una CDN è pensare a quando giochi ai videogiochi online. Quando giochi ad un videogioco online scegli il server più vicino alla tua posizione per velocizzare il caricamento ed evitare il lag. Lo stesso identico processo si applica a come operano i CDN.

Un milione di piccoli errori possono davvero sommarsi e rallentare un sito web che altrimenti si caricherebbe in un istante. È facile che il tuo sito web si impantani a causa di errori comuni nel web design, ma evitare questi sei grandi pasticci ti aiuterà a garantire che il tuo sito web si accenda velocemente.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: Strumenti Per Webmaster Firefox – I Tool Indispensabili Per Un Webmaster

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie