13 Modi Potenti di Usare Google Trends per la SEO

13 Modi Potenti di Usare Google Trends per la SEO

 

I proprietari di siti web e aziende, i commercianti e le agenzie SEO usano Google Trends per capire la frequenza di ricerca relativa delle parole chiave e degli argomenti per un determinato periodo.

 

Queste informazioni aiutano a selezionare le parole chiave per ottimizzare il sito web per i motori di ricerca e migliorare il ranking.

 

Ricerca parole chiave con alto volume di ricerca

Quasi il 71% delle parole chiave che hanno più di 10.000 ricerche mensili consistono in una o due parole. Google Trends fornirà i dati (un grafico) del volume di ricerca nel corso dell’anno. Allo stesso modo, puoi ottenere i dati degli anni precedenti cambiando i filtri. Ti aiuterà a confrontare la crescita/il declino di una parola chiave nel lungo periodo e a scegliere le parole chiave corrette per il tuo sito web.

 

 

Identificare le parole chiave correlate

Uno dei notevoli vantaggi dell’utilizzo di Google Trends è la sua capacità di mostrare le parole chiave correlate per un argomento, con popolarità e volume di ricerca crescenti. Le parole chiave con un ampio volume di ricerca hanno scritto ‘breakout’ contro di loro, il che significa che la popolarità è aumentata di più del 5000%.

Le parole chiave breakout ti danno la possibilità di strappare il top rank in meno tempo. Ma possono anche finire per diventare delle mode e lasciarti dei contenuti stantii. Il trucco è quello di trovare il giusto equilibrio in modo che anche se le parole chiave popolari si estinguono, puoi ancora riproporre il contenuto per altre parole chiave. Google Trends mostra l’esatto aumento del volume di ricerca e l’ordine di popolarità delle parole chiave.

 

 

Filtrare le parole chiave

Le impostazioni offerte da Google Trends possono essere utilizzate per restringere la ricerca delle parole chiave e identificare quelle che si adattano perfettamente al tuo sito web. Inizia sempre con le parole chiave a coda corta con popolarità globale e poi inizia a filtrare i risultati per vedere come le tendenze cambiano in base a vari fattori.

L’impostazione temporale mostrerà i periodi in cui la parola chiave è stata popolare. Per esempio, termini come costumi da bagno sono stagionali e mostrano un picco maggiore durante la rispettiva stagione. Inoltre, restringi il campo in base alla regione/paese. La stagione estiva arriva in mesi diversi nell’emisfero sud e nell’emisfero nord. Infine, ottieni le tendenze per la parola chiave durante le ultime quattro ore e nella tua zona.

 

 

Ottieni nuovi argomenti per il contenuto

Sai che l’8% delle ricerche sono formulate come domande? ‘Come fare’, ‘cos’è’, ‘perché è’, ‘quando è successo’, ecc. sono alcune frasi di domanda comuni usate dalle persone. La funzione di ricerca avanzata di Google Trends è un ottimo modo per scoprire parole chiave e nuovi argomenti per generare contenuti.

C’è anche una sezione sul lato sinistro della tabella che mostra gli argomenti correlati o le query per la parola chiave che hai inserito. Mentre scavi in questa sezione, ti imbatterai in idee per nuovi argomenti che sono attualmente popolari tra gli utenti. Sulla base dei risultati primari, puoi mettere a punto le parole chiave per ogni argomento che cattura la tua attenzione.

 

 

Capire il mercato di nicchia

Conoscere le tendenze nella tua nicchia è vitale se vuoi che il tuo sito web si posizioni al top. Google Trends è lo strumento giusto per tracciare le tendenze nella nicchia e ti aiuta anche ad identificare le nicchie adiacenti alla tua. In questo modo puoi espanderti nei mercati correlati e migliorare la visibilità.

Vuoi conoscere le tendenze degli ultimi 12 mesi? Forse per gli ultimi due anni? O vuoi vedere il grafico di una parola chiave stagionale? Google Trends ti darà tutti i dettagli con pochi clic. È naturale che il grafico abbia alti e bassi. Ma il volume di ricerca complessivo dovrebbe essere stabile e rientrare in un intervallo.

 

 

Allinea i piani di marketing con le tendenze stagionali

Se sei un venditore di beni di largo consumo, dovrai sfruttare al meglio le tendenze stagionali. Google Trends può aiutare a pianificare le strategie di marketing online e offline per la stagione. Le vendite di solito iniziano in anticipo, quindi imposta il filtro temporale di conseguenza. Non ignorare nemmeno i saldi fuori stagione.

Per esempio, un negozio di abbigliamento femminile punta a vendere bikini per l’estate e pigiami durante l’autunno. La campagna di marketing e l’ottimizzazione del sito web dovrebbero iniziare almeno un paio di mesi prima. Se le tendenze mostrano che il volume di ricerca è alto da marzo a settembre, dovresti iniziare a gennaio, e il tuo sito web sarà al top quando arriverà l’alta stagione.

 

 

Ordina gli argomenti e la nicchia in base alla posizione

Il SEO locale è un must per le imprese locali. In quale altro modo le persone della zona sapranno della tua attività? Google Trends ti permette di ordinare gli argomenti e le nicchie per le varie regioni. Ciò che funziona per la maggior parte del pubblico globale può funzionare o meno per il tuo pubblico locale, giusto?

Per esempio, le preferenze dei newyorkesi sarebbero diverse da quelle di un californiano o di un floridiano. Vai a livello locale e prendi le tendenze per la tua località di destinazione. Cerca gli argomenti popolari nella zona e pianifica i tuoi contenuti. Puoi indirizzare i tuoi annunci sui social media in modo appropriato e ottenere risultati migliori.

 

 

Cosa stanno facendo i tuoi concorrenti?

Come dimenticare i concorrenti? Google Trends ti aiuta anche qui. Vuoi sapere come sta performando un concorrente per la stessa parola chiave? Puoi confrontare le prestazioni del tuo marchio e dei concorrenti per vedere come è stato il grafico generale.

Quante volte l’altra azienda ti ha preceduto? Quando l’ha fatto e quanto tempo ci è voluto perché prendesse il sopravvento? Google Trends ti permette di confrontare fino a cinque parole chiave dei concorrenti. Molte agenzie SEO lo usano per capire le differenze tra le vostre strategie di marketing e trovare modi per portarvi in cima alle classifiche.

 

 

La ricerca avanzata è la tua migliore amica

Abbiamo già parlato delle opzioni di ricerca avanzata di Google Trends. Approfondiamole ora. Lo strumento ha cinque grandi opzioni che ti aiuteranno a correre davanti ai tuoi concorrenti e ad afferrare la quota di mercato.

La ricerca web è l’opzione predefinita
Google Shopping
Ricerca per immagini
Ricerca di notizie
Ricerca su YouTube
Sì, ci sono le stesse opzioni che vediamo nella pagina predefinita della SERP. Gli utenti che cercano immagini scelgono la ricerca per immagini per ottenere una lista infinita di immagini per la parola chiave, e così via.

Sai che non molte persone usano queste opzioni su Google Trends? Questo dà un vantaggio in più per catturare l’attenzione degli utenti e ottenere più visibilità sulle SERP.

 

 

Ottimizza i video per YouTube

Google Trends non è sicuramente limitato solo all’ottimizzazione del tuo sito web. Può anche aiutare con i contenuti per le piattaforme di social media. YouTube è definito il secondo motore di ricerca più grande su Internet, ed è il prossimo posto migliore per posizionarsi più in alto. YouTube ha video e testo (nelle descrizioni dei post), dove puoi usare le parole chiave per aumentare il tuo marchio. Una rapida ricerca su YouTube ti fornirà le parole chiave più utilizzate per l’argomento.

Ora inserisci questa parola chiave in Google Trends e guarda il grafico. Regola il filtro temporale per avere una visione completa del volume di ricerca per la parola chiave. Cerca quando i video sono stati pubblicati e inizia a pianificare i contenuti di conseguenza.

 

 

Scopri il momento migliore per posizionare gli annunci Google Shopping

Come accennato in precedenza, i rapporti di Google Trends possono aiutare a identificare il momento giusto per inserire gli annunci. Nel 2018, il 76% delle entrate pubblicitarie negli Stati Uniti è stato speso su Google Shopping. Google è il più grande motore di ricerca e piazzare un annuncio qui è sicuro di portare traffico al sito web.

Tuttavia, dovresti sapere quali parole chiave prendere di mira, quali demografie scegliere e per quanto tempo far girare l’annuncio per aumentare il tasso di conversione. Fortunatamente, gli annunci di Google Shopping sono relativamente meno costosi. Utilizzando i dati generati da Google Trends, puoi trovare un modo conveniente per raggiungere il pubblico. Usa i rapporti di ricerca locale per ottenere risultati migliori.

 

 

Usa i dati in tempo reale

Cosa succede se vuoi conoscere le tendenze generali su Internet senza utilizzare alcuna parola chiave? Google Trends ti fornisce dati in tempo reale per le ultime 24 ore. Il grafico mostra quali argomenti sono attualmente di tendenza tra gli utenti. Il menu a tendina della categoria restringe gli argomenti alla tua nicchia.

E le tendenze in base alla posizione? Ottieni semplicemente l’area geografica della tua località desiderata. Aiuta a fare brainstorming per nuovi post o a sfruttare quelli esistenti.

Che sia un post sul blog, un tweet o un meme, puoi pubblicare usando gli argomenti di tendenza a tuo vantaggio e promuovere il tuo sito web. Trasforma questi argomenti in domande e aggiungile al sito web o inizia una conversazione sui social media.

 

 

Cerca gli hashtag di tendenza sui social media

Le promozioni dei marchi non hanno bisogno di essere limitate alla loro nicchia. Avere un’opinione sull’ultimo argomento è anche un modo per promuovere il marchio, specialmente sui social media. Cerca i migliori hashtag di tendenza e scegli i tuoi preferiti.

È facile trovare gli hashtag di tendenza su Twitter. Ma è difficile da dettagliare da Facebook e Instagram. Google Trends può essere utilizzato per raccogliere le tendenze degli hashtag da tutte le piattaforme di social media.

L’obiettivo è quello di essere visibili su internet e fare in modo che i clienti si ricordino del marchio. Scegli gli argomenti con cura. La mossa può ritorcersi contro se prendi una posizione sbagliata e alieni i tuoi clienti esistenti.

 

Leggi anche: Sviluppo di App Ibride: Tendenze, Vantaggi e Casi Studio

 

 

Come usare Google Trends per creare contenuti SEO-friendly?

1. Identificare le migliori parole chiave a coda lunga per il contenuto
Il posizionamento per parole chiave popolari ad alta densità non è facile. C’è molta concorrenza da parte dei siti web di tutto il mondo. Tuttavia, hai un modo intelligente per posizionarti più in alto per le parole chiave della tua nicchia.

Le parole chiave a coda lunga hanno un volume di ricerca minore e sono facili da posizionare nella prima pagina dei risultati di ricerca. Queste parole chiave sono più specifiche e portano il pubblico di destinazione al sito web. Le parole chiave a coda lunga giocano anche un ruolo nell’aumentare il tasso di conversione. Una parola chiave con tre o più parole è conosciuta come una parola chiave a coda lunga.

Per esempio, ‘abbigliamento da donna’ è una parola chiave popolare a coda corta ed è difficile da posizionare in alto. Le versioni a coda lunga sarebbero ‘gonna nera da donna’, ‘abiti da donna taglio sirena’, ecc.

 

 

2. Le parole chiave LSI possono cambiare il gioco
LSI è Latent Semantic Indexing dove le parole chiave sono contestualmente legate a parole chiave popolari e possono essere utilizzate come sostituto nel contenuto. Le parole chiave LSI migliorano la qualità del tuo testo riducendo il numero di volte che la stessa parola chiave viene ripetuta.

Quando cerchi una parola chiave, le parole chiave LSI appariranno sotto argomenti/query correlati. Google Trends ti aiuta a identificare le parole chiave LSI ripetute per migliorare il contenuto del tuo sito. La connessione semantica tra l’argomento, le parole chiave e la nicchia aumenterà i tuoi risultati SEO. La tua pagina web si posiziona più in alto nelle SERP. Per esempio, le parole chiave LSI per le forniture da forno sarebbero teglia, teglia, supporto per torta, stampi in silicone, pirottini, sprinkles, confetti, ecc.

 

 

3. Capire il contenuto impopolare
Sappiamo che tutte le tendenze non sono popolari. Ma possono essere usate a nostro vantaggio se pianifichiamo attentamente. Google Trends ci darà i dettagli degli argomenti di tendenza a livello globale, regionale e locale. Puoi identificare le tendenze stagionali e ottimizzare il contenuto per unirti al carrozzone e trarne il massimo vantaggio.

Allo stesso tempo, puoi anche lavorare al contrario e cercare contenuti impopolari nella zona o per la durata. A volte, noterai un picco inaspettato per un argomento o una parola chiave. Un contenuto che di solito è impopolare potrebbe vedere un aumento della domanda per un breve periodo.

Soddisfare questa domanda spingerà il tuo sito web in alto nei risultati di ricerca e aumenterà la visibilità. E poiché si tratta di una tendenza poco comune, non ci sarà nemmeno molta concorrenza.

 

 

4. Argomento giusto al momento giusto
Ottimizzare il contenuto migliorerà l’autorità del marchio. Ma sapere quali argomenti scegliere e quando è cruciale se vuoi essere un asso nel gioco del SEO. Gli argomenti e i temi di tendenza possono essere identificati attraverso Google Trends. Utilizzando questi dati, puoi programmare post e promozioni sui social media per la tua azienda.

Per esempio, settembre e ottobre sono il momento giusto per i temi legati all’autunno, Halloween, ecc. Puoi condividere nuovamente i vecchi post e crearne di nuovi su questi temi. Se la tua nicchia è il lifestyle blogging, puoi scrivere di pulizie autunnali, decorazioni per la casa, usare frutta e verdura di stagione, vestirsi per eventi autunnali e così via.

 

 

Google Trends & SEO FAQs

1. Cos’è Google Trends e come si usa?
Google Trends è uno strumento analitico gratuito fornito da Google per scopi SEO e di marketing digitale. Viene utilizzato per trovare la frequenza relativa di una parola chiave per una data durata. Questo strumento viene utilizzato per confrontare le parole chiave e scoprire argomenti rilevanti nella nicchia. Google Trends aiuta a razionalizzare il content marketing e le strategie SEO. I marketer e le agenzie SEO usano regolarmente Google Trends.

 

2. C’è qualche contrasto tra Google Trends e Google Keyword Tool? Quale è più accurato?
Sì, entrambi sono due diversi strumenti SEO gratuiti forniti da Google.

Google Trends mostra i numeri relativi di quanto è popolare una parola chiave/un argomento. Mostra la frequenza delle parole chiave in base al tempo e alla densità di ricerca.

Google Keyword Tool fornisce numeri accurati di quante volte una parola chiave è stata utilizzata per le ricerche. Mostra i dettagli delle ricerche locali e globali.

 

3. Posso utilizzare Google Trends per il marketing digitale?
Sì, puoi utilizzare Google Trends per il marketing digitale. Anche se dovresti usare anche altri strumenti SEO, Google Trends può aiutarti a identificare gli argomenti di tendenza su internet in modo da poter ottimizzare i tuoi contenuti di conseguenza. Aumenta le tue possibilità di posizionarti più in alto nelle SERP e di ottenere più visibilità. La funzione di sovrapposizione di Google Trends è utile per identificare gli argomenti di interesse.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche: 5 Strumenti di Tendenza della Tecnologia che Dovresti Conoscere

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Attiva Notifiche OK No Grazie